Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
Lunedì, 02 Settembre 2013 14:23

Uova

Scritto da MangiAmando
Vota questo articolo
(0 Voti)
Uova di Gallina Uova di Gallina

Comprare le Uova

Le uova sono uno degli ingredienti principali in quasi tutte le cucine del mondo, e in Italia ancora di più forse. Si mangiano da sole con tante cotture diverse, sono un contorno, sono, con la farina, la base per la pasta all'uovo, così come sono alla base di creme e dolci di vario tipo.

Le uova, se fecondate, rappresentano il sistema riproduttivo principale della fauna non mammifera, e, aldilà di alcuni prodotti "esotici" sono per la maggior parte commesitibili. Il consumo umano riguarda sorattuto le uova di gallina, ma in commercio si trovano anche le uova di quaglia e più raramente quelle di altri volatili.

L'uovo rappresenta di fatto uno dei più visibili esempi di cellula. E' composto da tre elementi principali: guscio, albume e tuorlo. Il guscio è ricoperto esternamente da una cuticola semipermeabile (fa passare i gas ma non i liquidi) e  all'interno è solidale con due strati di membrana (membrana testacea) che sono uniti ovunque tranne alla base dell'uovo in cui lasciano uno spazio chiamato "camera d'aria". L'interno dell'uovo è costituito dall'albume o chiara d'uovo, una sostanza composta dal 90% di acqua e da proteine. Al centro dell'albume c'è il tuorlo, di colore variabile dal giallo all'arancio, composto al 50% di acqua, 17% di proteine, 30% di grassi ed altre sostanze.

 Le uova di gallina rappresentano la maggior concentrazione di sostanze nutrienti al minimo prezzo possibile, Un uovo medio apporta circa 70 calorie (133 per 100gr) concentrate soprattutto nel tuorlo, che porta anche tutte le vitamine A, D ed E, oltre alle B6 e B12 ed una grande quantità di proteine nutrienti, a tutti gli aminoacidi essenziali, alla codeina, al ferro, al potassio, al calcio ed al fosforo. I grassi portano anche il colesterolo, un uovo porta circa l'80% della GDA media.

Il colore del guscio non ha alcuna incedenza sulle caratteristiche dell'uovo e dipende principalmente dalla razza delle galline, mentre il colore del tuorlo dipende dal tipo di alimentazione e, ahimè dai pigmenti che i produttori fanno assumere per venire incontro all esigenze dei diversi mercati (si usano additivi E160 ed E161). Un tempo il coloe dell'uovo era associato allo stato di salute delle galline, ovviamente ora non è più così. Al naturale comunque un tuorlo di colore più intenso produce pasta e dolci migliori.

Come Scegliere le Uova

La qualità dell'uovo varia in funzione di tantissimi fattori, alcuni controllabili ed altri meno. La legislazione vigente è abbastanza completa anche se alcune valutazioni riguardano più la corretta determinazione del prezzo che non la qualità del prodotto.

La legge prevede tre categorie principali:

  1. Categoria A: uova pulite, a guscio integro, non lavate, non sottoposte a refrigerazione e nemmeno a procedimenti di conservazione, che si dividono in due classi:
    1. Uova Fresche: con camera d'aria inferiore a 6 millimetri,  commerciabili entro 28 giorni dall'imballaggio (ma dovrebbero essere ritirate 7 giorni prima della scadenza)
    2. Uova Extra Fresche: con camera d'aria inferiore a 4 mm., messe in commercio entro 9 giorni dalla deposizione ed entro 7 giorni dall'imballaggio.
  2. Categoria B: Uova di seconda qualità o conservate. Camera d'aria inferiore a 9 millimetri. Sono refrigerate e confezionate in atmosfera modificata
  3. Categoria C: uova declassate rispetto alle precedenti categorie, non sono disponibili per la vendita al dettaglio e vengono destinate, previa pastorizzazione all'industria alimentare.

Le sole uova di categoria A, vengono poi classificate in base al peso:

  1. XL =  Grandissime, di peso superiore ai 73 grammi.
  2. L   =  Grandi, con peso compreso fra 63 e 73 grammi.
  3. M  =  Medie, con peso compreso fra 53 e 63 grammi.
  4. S   = Piccole, di peso inferiore ai 53 grammi.

Non è detto che otteniate più soddisfazione da un uovo extra fresco XL rispetto ad uno fresco M, la qualità dipende anche da altri fattori, fra cui il tipo di allevamento. Questo è indicato sia nella confezione che nel codice  stampigliato sul guscio. E' la prima cifra che trovate, prima della sigla della nazione e, indica il tipo di allevamento e può avere 4 valori:

  1. 0: Biologico: da galline che razzolano a terra e all'aperto con una densità non superiore a 6 galline per m². Il mangime è composto di alimenti biologici di origine controllata, prevalentemente mais e cereali.
  2. 1: All'Aperto: come l'allevamento a terra con l'aggiunta di ampi spazi aperti sul quale le galline possono razzolare, la densità va da 7 animali per m² ad una gallina ogni 2,5 m². considerando gli spazi all'aperto dove possono razzolare e nutrirsi.
  3. 2. A Terra: galline allevate in grandi capannoni con luce artificiale e una densità non superiore a 7 animali per m²
  4. 3. In Gabbia: le galline sono allevate in gabbie di ferro alte 40 cm e con una superficie di 750 cm² illuminate da luce artificiale e con elevata densità di popolazione.

E' evidente che dai tipi 2 e 3 non ci si possa aspettare molto, oltre agli spazi ridotti è importante l'impatto della luce artificiale che per le galline significa non dormire e mangiare continuamente quindi con tutti gli stress correlati.

In generale quindi per un uovo fresco e, si spera buono, occorre osservare che:

  • il guscio deve essere vellutato e pulito.
  • poste in acqua salata le uova fresche vanno sul fondo, questo è dovuto alla minor quantità di camera d'aria, mentre le non fresche tendono a galleggiare
  • se osservato controluce il tuorlo deve essere ben individuabile e posto al centro dell'albume anche ruotando l'uovo.
  • il tuorlo è privo di macchie
  • l'albume si presenta limpido, omogeneo nella gelatinosità e privo di corpi estranei.

Chiaro che molte di queste cose si riscontrano dopo l'acquisto, tenetene conto e cambiate porodutto e/o venditore se il problema persiste.

Conservazione

Le uova vengono commercializzate a temperatura amibiente, ma vanno conservate in frigorifero evitando gli sbalzi temici che possono generare danni alla cuticola e far penetrare i germi. Le uova deposte da animali in buona salute sono internamente sicure proprio grazie alla cuticola, che protegge tuorlo ed albume, ma non impedisce però la presenza di germi a batteri sul guscio. D'altra parte le uova non vanno mai lavate per preservare l'interno, ma dobbiamo prestare attenzione nel maneggiarle:

  • Non lasciare le uova a temperature oltre i 25 °C, così le uova conservano anche il loro sapore
  • Conservare  sempre le uova nella loro confezione al fine di evitare che possano contaminare altri alimenti
  • Lavarsi le mani prima del contatto con il guscio e non toccare mai il tuorlo e l'albume quando si rompe l'uovo
  • Rompere l'uovo in un posto diverso dal contenitore di tuorlo ed albume
  • Evitare che frammenti di guscio cadano nel tuorlo e/o l'albume, e non poggiate i gusci sul piano di lavoro.

Dove Comprare le Uova

Vista l'importanza degli aspetti igienici è bene comprare in negozio e nella grande distribuzione stando però molto  molto attenti a leggere l'etichetta. Chi ha la possibilità di acquistare le uova da chi ha qualche gallina (non un produttore, in campagna è una cosa abbastanza diffusa) e conosce bene persona e luogo troverà grande soddisfazione. Questo è il caso mio che utilizzo le uova deposte dalle mie galline e compro le uova solo un mese all'anno in cui le mie cocche cambiano il piumaggio ed il calcio serve per le penne e non è diponiblie per il guscio. Evitate acquisti da ch non fornisce garanzie, le aziende di distribuzione e selezionamento delle uova hanno controlli che se non rigorosissimi poco manca, altri soggetti no, e se comprate le uova per lavorarle o fare preparazioni che non prevedono la cottura (maionese o salse, tiramisù,..) il rischio è sensibile, considerate che il 50% delle intossicazioni da salmonella in italia arriva dal uova mal lavorate.

Letto 3982 volte Ultima modifica il Lunedì, 02 Settembre 2013 16:37
Altro in questa categoria: « Mora
  • 1