Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
Mercoledì, 28 Agosto 2013 10:03

Mora

Scritto da MangiAmando
Vota questo articolo
(0 Voti)
More di rovo More di rovo

Comprare le More

Ci sono due tipi di more: quelle di gelso (Morus) e quelle di rovo (Rubus). Le more di gelso sono più piccole, hanno una forma allungata ed un colore violaceo e sono dolcissime. Sono più rare da trovare sia in commercio che in natura. Un tempo erano molto più diffuse perchè il gelso veniva piantato ed utilizzato per l'allevamento dei bachi da seta. Oggi in commercio ed in natura si trovano le more di rovo.

Il nome botanico è Rubus ulmifolius, appartiene alla famiglia delle rosacee. E' una pianta diffusa in tutta europa, nel nord africa e nell'asia meridionale. In Italia si trova sia in pianura che in collina, nei boschi o lungo i fossi ed è considerata una pianta infestante per la difficoltà ad eliminarla. Allevamenti di more si trovano in Piemonte, Liguria, Toscana e Trentino, spesso in abbinamento con lamponi, mirtilli e fragoline di bosco.

Il frutto è un insieme di piccole drupe (hanno le caratteristiche della ciliegia: buccia, polpa e seme centrale) raccolte in piccoli grappoli tondeggianti. Nella maturazione passano dal verde al rosso vivo fino a diventare viola scuro, praticamente nere a piena maturazione.

Dal punto di vista nutrizionale le more portano circa 36 calorie per 100gr., sono ricche di vitamina C (210mg/Kg,) vitamina K e fibre alimentari. Apportano un buon contributo di sali minerali come Manganese, Potassio, Calcio e Magnesio, ma sono ricercate soprattutto per il rilevante contributo di bioflavonoidi e la relativa azione antiossidante. Inoltre i semi, spesso fastidiosi, sono una fonte di omega-3 ed omega-6.

Come Scegliere le More

In commercio si trovano confezionate in vaschette nella grande distribuzione, mantre in qualche mercato si possono trovare in vaschette aperte. In alcune zone poi alcuni agricoltori vendono direttamente lo sfuso.

  • Il colore deve essere brillante, viola nero e senza sfumature opache.
  • I frutti devono presentare grappoli intatti, con i grani ben saldi tra loro.
  • Controllate, girando la vaschetta, che le more sotto non siano schiacciate e non ci siano tracce di polvere o muffe.
  • Preferite vaschette con colorazione omogenea, pulite senza grani sparsi .

Conservazione

In frigorifero, nella sezione più fredda (vicina allo 0°) distese su un vassoio da dolci di cartone per 3 giorni o fino alla scadenza indicata nella confezione.

Dove Comprare le More

La premessa è d'obbligo: avendo la possibilità, magari durante un gita domenicale, le more è meglio non comprarle ma raccoglierle direttamente. La differenza si sente tutta. Se decidete di farvi un giro per la raccolta, consiglio caldamente pantaloni lunghi non sottili, camicia a manica lunga (di jeans è perfetta) e almeno un guanto, dal momento che i cespugli di more sono spinosi e specie nei boschi costruiscono delle vere siepi impenetrabili. I prodotti della grande distribuzione sono prevalentemente di allevamento. Vanno bene se dovete fare una preparazione composta o una guarnizione, ma se cercate il gusto vero della mora, che potete direttamente affogare in uno yoghurt bianco senza necessità di sciropparle, dovete prendere more selvatiche colte da voi a da agricoltori in zona.

Letto 3021 volte Ultima modifica il Mercoledì, 28 Agosto 2013 19:54
Altro in questa categoria: « Zucca Uova »
  • 1