Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
Venerdì, 03 Gennaio 2014 13:41

Cavolfiore

Scritto da MangiAmando
Vota questo articolo
(0 Voti)
Cavolfiore fresco Cavolfiore fresco

Comprare il Cavolfiore

Il Cavolfiore appartiene alla grande famiglia dei cavoli, che ha come classificazione botanica "Brassica oleracea". Il cafolfiore corrisponde alla varietà Botrytis. Si coltivano diverse varietà che si differenziano sia per il periodo di maturazione che per le caratteristiche organolettiche. Qui parliamo del classico cavolfiore bianco, conosciuto anche come Primaticcio Toscano, il Gigante di Napoli o il Tardivo di Fano.

In natura ha un gambo grosso, grandi foglie verde chiaro che proteggono fino alla fioritura il fiore: un insieme di cimette che compongono la parte commestibile: una grossa palla bianca o bianco crema.

Dal punto di vista nutrizionale fornisce un basso apporto di calore (25 per 100 grammi a crudo che salgono a 40 se bollito) essendo composto per il 90% da acqua. E' ricco di sali minerali, soprattutto il potassio (3,55 g/Kg), fosforo e calcio. Fornisce un buon apporto di vitamina C (590mg/Kg) e di vitamina A sotto forma di carotenoidi; questo unito alla presenza di antiossidanti come il sulforafano e la camomilla lo rendono un alimento anti invecchiamento e anti tumorale. Se poi si considera che riduce pure il colesterolo è obbligatorio concordare con chi sostiene che non debba mai mancare sulle nostre tavole nei mesi invernali.

Come Scegliere i Cavolfiori

Ci sono solo alcune attenzioni da prestare al momento dell'acquisto:

  • Il colore della palla  centrale deve essere bianco, perlaceo o violetto a seconda della qualità. La superficie annerita denota una cattiva e prolungata conservazione.
  • Le foglie, se presenti, devono essere aderenti, fresche e croccanti, e di un verde-grigio vivace.
  • La palla deve apparire soda e compatta con le cimette ben chiuse e non devono esserci macchie.
  • Non consumate MAI il cavolfiore sporco, lavatelo sempre anche se conoscete la provenienza.

Conservazione

In frigorifero, se non lavato il cavolfiore si conserva anche una settimana nella sezione o cassetto per le verdure, o comunque nella parte più bassa e meno fredda. Se cotto è meglio non oltrepassare i due giorni. Il cavolfiore deteriorandosi aumenta il suo odore.

Dove Comprare i Cavolfiori

Per un consumo immediato si comprano sia al supermercato che al dettaglio tradizionale. Ci sono vantaggi e svantaggi. Per una migliore valutazione della freschezza sarebbe bene ci  fossero almeno le foglie che avvolgono il fiore, questo è più facile da riscontrare nel dettaglio tradizionale. Ricordate però che le foglie pesano e, anche se sono commestibili non valgono il fiore. Attenzione invece in alcuni discount in cui trovate il cavolfiore presentato come il  broccolo: ovvero con un bel gambo e nessuna foglia. Beh, il gambo pesa molto più delle foglie e quello del cavolfiore è molto meno gradevole di quello del broccolo. Mi devo ripetere: consiglio di acquistarli ai farmer market o ai mercati.

 

 

 

 

Letto 3549 volte Ultima modifica il Mercoledì, 08 Gennaio 2014 09:19
Altro in questa categoria: « Cetriolo Prosciutto Cotto »
  • 1