Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
PRIMI DI CARNE
Roberta Bevoni

Roberta Bevoni

Lunedì, 28 Aprile 2014 08:13

Lasagne asparagi e speck

Lasagne asparagi e speck: un primo piatto veloce, ma che vi farà fare un figurone! In genere si rinuncia a preparare le lasagne perché richiedono molto tempo di preparazione e risultano piuttosto elaborate. Basta invece meno di un'ora (cottura a parte) per preparare questo piatto. Le lasagne (di sfoglia gialla) sono condite con saporitissimo speck, mozzarella fiordilatte ed una besciamella agli asparagi molto gustosa. Per fare prima utilizziamo rettangoli di sfoglia già pronta, acquistabili al supermercato.

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 sfoglia all'uovo 8-10 rettangoli 
 speck (a fette sottili) gr. 120 
 mozzarella  gr. 200
 asparagi gr. 500 
 parmigiano reggiano gr. 80 
 per la besciamella 
 burro  gr. 70
 farina gr. 70
 latte ml. 800 
 sale, noce moscata  q.b.

Preparazione

  • Pulire gli asparagi ed eliminare le parti dure.
  • Lavarli accuratamente e tagliarli a pezzettini.
  • Mettere a cuocere gli asparagi con un pò d'olio in una larga padella.
  • Aggiustare di sale e pepe e far cuocere per 10 minuti circa bagnando con acqua calda per mantenerli morbidi.
  • Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare.
  • Tagliare lo speck a listarelle.
  • Tagliare la mozzarella a dadini piccoli.
  • Grattugiare il parmigiano.
  • Preparare una besciamella piuttosto liquida. Per il procedimento completo seguire la ricetta della besciamella riportata nel sito (ovviamente secondo le dosi sono quelle di questa ricetta).
  • Tritare gli asparagi con la mezzaluna ed amalgamarli alla besciamella.

 

Cottura

  • Lessare le sfoglie in abbondante acqua, scolarle, passarle in una ciotola piena di acqua fredda in modo da bloccare la cottura, infine farle asciugare su un telo bianco.
  • Mettere sul fondo di una teglia un po’ di besciamella agli asparagi.
  • Fare un primo strato di lasagne. NB: se abbiamo realizzato a mano la sfoglia, tagliamo i rettangoli di misura rispetto alle dimensioni della teglia; viceversa procederemo a ritagliare le sfoglie in modo che ricoprano perfettamente la teglia.
  • Copriamo la sfoglia con parte dello speck, della mozzarella e uno strato di besciamella agli asparagi.
  • Spolverizziamo con del parmigiano grattugiato.
  • Proseguiamo con successivi strati di lasagne, speck, mozzarella, besciamella e parmigiano, fino ad esaurimento degli ingredienti. Dovrebbero venire 7-8 strati. NB: nel dividere gli ingredienti fra i vari strati dobbiamo dobbiamo aver cura di dosarli in modo corretto per evitare di aver strati non omogenei, o di arrivare all'ultimo strato di lasagne senza speck o altri ingredienti.
  • Infornare a 170° per 20 minuti circa e comunque fino a quando la superficie è dorata.
  • Servire le lasagne asparagi e speck ben calde.

Giovedì, 24 Aprile 2014 00:00

Asparagi con uova sode mimosa

La ricetta degli Asparagi con uova mimosa è una variazione dalla classica ricetta degli asparagi con salsa di uova sode. Uova ed asparagi sono da sempre un abbinamento perfetto. Questa è una ricetta semplice ma che richiede attenzione, io ho privilegiato il sapore degli asparagi couocendoli a vapore ed ho tritato e condito le uova sode per realizzare la salsa mimosa.  E' una ricetta più lunga rispetto agli asparagi bolliti, ma con la cottura al vapore gli asparagi mantengono un bel colore brillante e tutta la loro fragranza naturale che si sposa perfettamente con le uova sode!

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 Asparagi verdi  gr. 500
 Uova n. 4 
 Olio Extravergine di oliva q.b. 
 Sale  q.b. 
 Pepe nero q.b. 
 Succo di limone q.b. 

Preparazione

  • Preparare gli asparagi eliminiando la parte più dura del gambo.
  • Raschiare il gambo degli asparagi per elminare le parti filamentose.
  • Sciaquare gli asparagi sotto acqua corrente fresca.

 

Cottura

  • Disporre gli asparagi su un recipiente per cottura al vapore.
  • Mettere le uova a sodare ricoprendole di acqua in un pentolino e fare sobbollire per almeno 10 minuti.
  • Cuocere gli asparagi a vapore per 20/25 minuti, assaggiarne uno per verificare il livello di cottura desiderato.
  • Sgusciare le uova sode raffreddate.
  • Aiutandovi con una forchetta, sminuzzare le uova sode fino ad ottenere l'equivalente di un trito non troppo grossolano.
  • Completare la salsa mimosa condendo il trito di uova con olio EVO, sale, un pizzico di pepe e qualche goccia di succo di limone.
  • Disporre gli asparagi nel piatto di portata o direttamente nei piatti di servizio ed aggiustare con un pizzico di sale ed un cucchiaio di olio extra vergine di oliva.
  • Guarnire con la salsa mimosa secondo il vostro gusto estetico.
  • Gli Asparagi con uova sode mimosa possono essere consumati sia freddi che ancora tiepidi ed essere presentati sia come antipasto che come contorno.

Tagliolini con stridoli scalogno e guanciale di Mora romagnola: una ricetta semplice per gustare una pasta condita con questa erbetta di campo. Si tratta di pasta fresca all'uovo condita con un sugo semplice, ma molto raffinato. Gli ingredienti sono tutti prodotti tipici: Scalogno di Romagna IGP; guanciale di Mora Romagnola (presidio Slow Food) e stridoli di Galeata. L'utilizzo in purezza di questa erbetta ne sprigiona al massimo il suo caratteristico sapore. Vi consiglio di provare a cucinare questo piatto, se avete modo di trovare gli sridoli o stringoli come alcuni chiamano la silene vulgaris.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 tagliolini freschi all'uovo gr. 400 
 scalogno n. 2 
 guanciale  gr. 130
 stridoli  gr. 300
 parmigiano reggiano  gr. 100
 sale,  olio evo q.b. 

Preparazione

  • Pulire gli stridoli staccandone le foglioline e lavarli sotto l'acqua corrente.
  • Pulire e tritare lo scalogno.
  • Tagliare a listarelle il guanciale. NB: Quando compriamo il guanciale chiediamo che ci venga tagliato a fette dello spessore di una moneta. 

Cottura

  • Mettere sul fuoco una casseruola piuttosto ampia, piena d'acqua per la cottura della pasta.
  • Mettere in una larga padella un filo d'olio, lo scalogno tritato e il guanciale tagliato.
  • Far cuocere per un paio di minuti finchè il grasso del guanciale è diventato trasparente.
  • Aggiungere gli stridoli, aggiustare di sale. Far appassire un paio di minuti mescolando di continuo con un cucchiaio di legno. Gli stridoli rilasciano l'acqua interna ammorbidendosi.
  • Spegnere il fuoco.
  • Quando l'acqua bolle, salarla e gettare i tagliolini.
  • Rimettere sul fuoco la padella con il condimento a scaldare.
  • Scolare i tagliolini piuttosto al dente. Tuffarli nella padella del condimento e lasciare cuocere, a fuoco basso, ancora qualche secondo, mescolando, per amalgamare il tutto.
  • Completare con il parmigiano reggiano grattugiato.
  • Spegnere il fuoco e portare in tavola i tagliolini con stridoli scalogno e guanciale di mora romagnola direttamente nella padella di preparazione.

Giovedì, 17 Aprile 2014 00:00

Pesce spada alla griglia

Pesce spada alla griglia: un secondo di pesce dal gusto importante, facilissimo, una ricetta veloce da preparare. Certo il pesce spada ha un gusto particolare, direi anche un pò forte, può non piacere a tutti. Coloro che sono abituati a consumarlo troveranno questa preparazione molto leggera (il pesce spada è cotto sulla griglia), aromatica (l'utilizzo del rosmarino ha proprio questa funzione) e fresca (la scorza del limone aggiunta in uscita conferisce infatti la nota fresca al piatto). Possiamo accompagnarlo con una insalatina o come abbiamo fatto noi con dei pomodori datterini crudi, conditi anche questi con sale, pepe, olio e rosmarino.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pesce spada (in una fetta)  gr. 600
 rosmarino 1-2 rametti 
 limone n. 1/2 
 sale, pepe, olio evo q.b. 

Preparazione

  • Lavare il trancio di pesce spada.
  • Asciugarlo, tamponandolo con carta assorbente da cucina.
  • Pulire e lavare il rosmarino.
  • Fare un trito fine.
  • Adagiate la fetta di pesce spada in un piatto largo.
  • Irrorarla con un pò di olio evo e spolverizzarla abbondantemente con il trito di rosmarino.
  • Lasciare marinare per un'ora al fresco.

 

Cottura

  • Porre a scaldare la griglia elettrica.
  • Mettere la fetta di pesce spada all'interno della griglia a doppia anta che ci consentirà di voltarlo senza dovere toccare il pesce. (NB: in questo modo anche il rosmarino non si brucia).
  • Cuocere per alcuni minuti su un lato.
  • Girare e cuocere anche dall'altro lato.
  • Ripetere l'operazione un paio di volte. La cottura dovrebbe essere completa in 10 minuti, ma può essere sufficiente anche un tempo inferiore in funzione dello spessore della fetta.
  • Tritare la scorza del limone.
  • In uscita, aggiustare di sale e pepe e aggiungere un pò di scorza di limone.
  • Servire il pesce spada grigliato con una insalatina o dei pomodorini.
Giovedì, 17 Aprile 2014 00:00

Millefoglie mascarpone e fragole

La mia ricetta milliefoglie è particolare. La mia Millefoglie mascarpone e fragole è un dolce goloso adatto a grandi e piccini. Personalmente sono spesso attratta dalla millefoglie, il problema è che la pasta sfoglia a volte è difficile da dividere e la crema sfugge un pò da tutte le parti rendendo quasi impossibile gustare questo dolce. Per questo oggi lo proponiamo in piccole porzioni (quasi n bocconcino). Formiamo delle piccole conchiglie di pasta sfoglia riempite con una buona crema di mascarpone e dolcissime fragole. Da provare. Perfetto anche per un finger food.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pasta sfoglia rettangolare 1 confezione
 mascarpone gr. 150
 uova  n. 2
 zucchero  4 cucchiai
 fragole  gr. 100
 zucchero a velo q.b.

Preparazione

  • Prendere le uova e dividere i tuorli dagli albumi.
  • Aggiungere agli albumi un pizzico di sale e montarli a neve fermissima. 
  • In una ciotola riunire i tuorli con 2 cucchiaiate di zucchero e montarli con una frusta elettrica fino a renderli gonfi e spumosi.
  • Aggiungere delicatamente il mascarpone e continuare a girare il composto in modo da fargli incorporare aria e renderlo ben gonfio.
  • Aggiungere quindi, a cucchiaiate, gli albumi montati e mescolare il tutto dal basso verso l'alto per non smontare la crema.
  • Mettere la crema di mascarpone al fresco in frigorifero.

 

Cottura

  • Accendere il forno in modalità statica a 180°.
  • Prendere la pasta sfoglia e stenderla sul piano di lavoro.
  • Spolverizzarla con due cucchiai di zucchero.
  • Dividerla in quadrati di 5-6 cm di lato (regolarsi in funzione della grandezza della pasta sfoglia in modo da non sprecarne)
  • Trasferire i quadrati di pasta sfoglia, ben distanziati fra di loro, in una leccarda rivestita con carta forno.
  • Tenerli in frigorifero fino a quando il forno non è in temperatura.
  • Quando il forno è caldo, infornare. Trascorsi 15 minuti circa la pasta della millefoglie è pronta.
  • Toglierla e lasciare raffreddare,
  • Pulire e sciacquare le fragole.
  • Tagliare a metà in senso orizzontale la pasta sfoglia in modo da asportare la calotta superiore.
  • Mettere su ciascuna base di pasta sfoglia un pò di crema di mascarpone, qualche pezzetto di fragola e richiudere con la calotta superiore.
  • Riempire così tutti i quadrati di sfoglia.
  • Servire le millefoglie con mascarpone e fragole spolverizzandole con zucchero a velo.

 

Mercoledì, 16 Aprile 2014 00:00

Filetti di Nasello con Asparagi e pepe nero

La ricetta dei Filetti di Nasello con Asparagi e pepe nero è di Davide Oldani, pubblicata in modo sintetico su Sportweek. Copiare le ricette dei grandi chef è complicato perchè difficilmente si riesce a leggere tutto quello che le singole lavorazioni significano, inoltre spesso si usano tecniche di cottura non così comuni. E' riuscito bene, questi filetti di nasello con gli asparagi sono davvero un bel piatto, con tre distinti colori, tre diverse compattezze e tre consistenze diverse per un piatto proprio interessante.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 Filetti di nasello  gr. 360
 Asparagi verdi   gr. 200 
 Patata n. 1 
 Pepe Nero gr. 2
 Sale  gr. 4 
 Olio Extravegine d'Oliva gr. 6 
   

Preparazione

  • Preparare i filetti di nasello ripulendoli se necessario o ritagliandoli rendendoli il più possibile omogenei
  • Tagliare  i gambi degli asparagi in piccoli pezzi, lasciare le punte intere e metterle da parte.
  • Tagliare la patata a lamelle sottili.
  • Tritare finemente le punte degli asparagi e condirle con olio (4gr.) e sale (2 gr.)

 

Cottura

  • Cuocere i filetti di nasello al vapore.
  • Condire i filetti di nasello con l'olio ed il sale residui, e tenere in caldo. 
  • Cuocere i pezzi degli asparagi e le lamelle di patata in mezzo litro di acqua per  circa 15 minuti. Regolare di sale (extra).
  • Scolare e passare al mixer fino ad ottenere una salsa omogenea.
  • Disporre la salsa al centro del piatto.
  • Porre i filetti di nasello sopra la salsa.
  • Ricoprire i filetti di nasello con  le punte di asparagi.
  • Cospargere il tutto con il pepe nero grattato al momento.
  • Servire subito  i Filetti di nasello con asparagi e pepe nero.

Nota: le dosi riportate sono esattamente quelle della ricetta di Davide Oldani, se non avete il tempo e la bilancia per pesare esattamente sale, pepe ed olio, potete fare riferimento alla tabella di conversione a fianco e regolarvi sull'unità di misura dei "cucchiaini". Personalmente non ho la sensibilità spinta fino a questo livello, ma se non si vuole snaturarare il piatto e restare fedeli all'idea del creatore è importante attenersi il più possibile alla base originale.

Martedì, 15 Aprile 2014 15:42

Crostini di pesce con calamari

Crostini di pesce con calamari: un antipasto di pesce caldo, ma dalla preparazione veloce e semplicissima. Gli ingredienti sono solo due: calamari e pomodorini datterini. Inutile dire che come tutte le ricette semplici, che hanno pochissimi elementi dobbiamo utilizzare degli ingredienti freschi e di buona qualità. La parte più difficile è la pulizia del calamaro, ma a volte si trovano in pescheria già abbastanza puliti. Per questo piatto usiamo pane toscano (o montanaro) tostato, calamari tagliati ad anellini e striscoline e dei datterini dolcissimi. Nota aromatica il rosmarino messo alla fine.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pane toscano  8 fette
 calamari gr. 400
 pomodorini datterini gr. 200
 rosmarino 2-3 rametti
 aglio  1 spicchio
 sale, pepe, olio evo  q.b.

Preparazione

  • Pulire i calamari privandoli della conchiglia interna, del becco e della pelle. Per un dettaglio maggiore sulla pulizia di questo pesce suggeriamo d seguire la ricetta passo passo dei Calamari Ripieni.
  • Staccare le tasche dalle teste e lavarli accuratamente.
  • Tagliarli quindi ad anelli e/o striscioline.
  • Sbucciare l'aglio.
  • Lavare i pomodorini datterini.
  • Tagliarli , ad uno ad uno, a metà.
  • Pulire e lavare il rosmarino.
  • Tritarlo finemetne con la mezzaluna.

 

Cottura

  • Mettere in una larga padella a soffriggere l'aglio con un pò d'olio.
  • Aggiungere i calamari e mescolare.
  • Far cuocere 3-4 minuti ed aggiungere i pomodori datterini.
  • Aggiustare di sale e pepe e continuare la cottura ancora per qualche minuto.
  • Aggiungere il rosmarino tritato e spegnere il fuoco.
  • Per i crostini di pesce: mettere a tostare su una griglia le fette di pane.
  • Trasferirle su un vassoio e condirle ad una ad una con il preparato di calamari e datterini.
  • Aggiungere un pò d'olio crudo e una macinata di pene.
  • I crostini di pesce con calamari  sono un perfetto antipasto caldo, ma anche come finger food. In questo ultimo caso, riduciamo la dimensione dei crostini di pesce ritagliando ciascuna fetta di pane in due/tre pezzi.

Martedì, 15 Aprile 2014 00:00

Rigatoni con calamari e pomodorini datterini

Rigatoni con calamari e pomodorini datterini: una ricetta per pasta con calamari dalla preparazione molto semplice, ma dall'effetto sorprendente.... I calamari sono un pesce che si presta alle più svariate preparazioni: con la pasta è molto buono, l'unica accortezza è la cottura che deve essere o molto veloce o piuttosto lunga. La classica via di mezzo lo rende gommoso. Questa preparazione che li vede in abbinamento con i pomodorini datterini richiede proprio una cottura del condimento di pochi minuti. Come pasta la nostra scelta è ricaduta sui rigatoni napoletani: resta inteso che potete utilizzare la pasta che più preferite. Abbiamo aromatizzato il piatto attraverso l'utilizzo del rosmarino, che io adoro con il pesce.

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pasta di semola (rigatoni)  gr. 320
 calamari kg. 1
 pomodorini datterini gr. 250
 rosmarino 2-3 rametti
 aglio  1 spicchio
 sale, pepe, olio evo  q.b.

Preparazione

  • Pulire i calamari privandoli della conchiglia interna, del becco e della pelle. Per un dettaglio maggiore sulla pulizia di questo pesce suggeriamo d seguire la ricetta passo passo dei Calamari Ripieni.
  • Staccare le tasche dalle teste e lavarli accuratamente.
  • Tagliarli quindi ad anelli e/o striscioline.
  • Sbucciare l'aglio.
  • Lavare i pomodorini datterini.
  • Tagliarli , ad uno ad uno, a metà.
  • Pulire e lavare il rosmarino.
  • Tritarlo finemetne con la mezzaluna.

 

Cottura

  • Riempire d'acqua una casseruola piuttosto ampia per la cottura della pasta.
  • Quando l'acqua bolle, salarla e tuffare i rigatoni.
  • Preparare a questo punto il condimento che sarà pronto nel tempo di cottura della pasta.
  • Mettere in una larga padella a soffriggere l'aglio con un pò d'olio.
  • Aggiungere i calamari e mescolare.
  • Far cuocere 3-4 minuti ed aggiungere i pomodori datterini.
  • Aggiustare di sale e pepe e continuare la cottura ancora per qualche minuto.
  • Quando la pasta è cotta (NB: seguire i tempi indicati nella confezione), scolarla e tuffarla nella padella del condimento.
  • Mescolare bene per amalgamare.
  • Aggiungere ancora un pò di pepe e il rosmarino tritato.
  • Spegnere il fuoco.
  • I Rigatoni con calamari e pomodori datterini sono pronti per essere serviti.
Martedì, 15 Aprile 2014 00:00

Tiramisu alle fragole

Tiramisu alle fragole: un dolce buonissimo ed adatto anche ai bimbi che devono rinunciare al tiramisù classico per la presenza del caffè. In questa stagione le fragole sono buone, succose e dolcissime e sarebbe un peccato non approfittarne! La base di questa ricetta del tiramisu alle fragole è la classica crema mascarpone del tiramisù; la farcia è ottenuta con una purea di fragole e i biscotti che abbiamo utilizzato sono i Pavesini. Molto facile e golosissimo. Da ricordare solo un piccolo riposo in freezer a metà della preparazione che allunga leggermente i tempi.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 mascarpone gr. 250
 uova  n. 3
 zucchero  5 cucchiai
 fragole  gr. 250
 limone 1/2
 biscotti pavesini  2-3 pacchetti
 panna montata  q.b.

Preparazione

  • Pulire e sciacquare velocemente 2/3 delle fragole.
  • Tagliarle a pezzetti di piccole dimensioni.
  • Coprirle con 2 cucchiai di zucchero e con il succo di mezzo limone e lasciare a macerare per 1 ora circa.
  • Preparare nel frattempo la crema di mascarpone.
  • Prendere le uova e dividere i tuorli dagli albumi.
  • Aggiungere agli albumi un pizzico di sale e montarli a neve fermissima. NB: l'aggiunta di un pò di sale e l'utilizzo di uova tenute per un pò a temperatura ambiente facilità la montatura.
  • In una ciotola riunire i tuorli con 3 cucchiai di zucchero e montarli con una frusta elettrica fino a renderli gonfi e spumosi.
  • Aggiungere delicatamente il mascarpone e continuare a girare il composto in modo da fargli incorporare aria e renderlo ben gonfio.
  • Aggiungere quindi, a cucchiaiate, gli albumi montati e mescolare il tutto dal basso verso l'alto per non smontare la crema.
  • Riprendere la ciotola con le fragole e schiacciarle fino ad ottenere una purea. Possiamo fare questa operazione utilizzando un mixer ad immersione, ma anche una forchetta andrà benissimo.
  • Prendere uno stampo rettangolare trasparente (in questo modo si possono vedere gli strati) e rivestire il fondo con uno strato di biscotti pavesini.
  • Pennellare i biscotti con un pò del succo che si sarà formato dalle fragole.
  • Ricoprire con metà della crema di mascarpone. Mettere a riposare in freezer per 15 minuti in modo che la crema si solidifichi.
  • Fare un secondo strato di biscotti pavesini.
  • Rivestirli con la farcia di fragole e mettere di nuovo in freezer per almeno 15 minuti in modo che di rassodi anche la purea di fragole.
  • Coprire quindi con la metà residua di crema al mascarpone.
  • Far riposare in frigorifero per 4-5 ore. NB: mentre il dolce riposa in freezer tenere la crema di mascarpone al fresco in frigorifero.
  • Al momento di servire, lavare le fragole residue (tenute per un pò a temperatura ambiente), tagliarle a fette e posizionarle sulla superficie del dolce.
  • Decorare, a piacere, con panna montata e, se piace, qualche ricciolo di cioccolato bianco.
  • Potete servire il tiramisù alle fragole anche come dolce monoporzione, componendolo in coppette.

 

Lunedì, 14 Aprile 2014 00:00

Ravioli agli stridoli

Ravioli agli stridoli: è il piatto che dedico alla mia mamma! In primavera (fra marzo e aprile) lei andava per campi e tornava con dei sacchetti pieni di questa erbetta che i meno esperti confonderebbero con semplice erba. D'altra parte le erbe di campo sono così o le conosci o non le conosci! Poi lei puliva questo ingrediente prezioso di tutte le impurità e lo cucinava. Erano buonissimi. Ora gli stridoli si trovano anche sui banchi del mercato, molti agricoltori li producono, ma il sapore che avevano quei ciuffetti verdi (ricordo della mia infanzia) non l'ho più ritrovato. Nella mia famiglia è sempre stata tradizione usare gli stridoli con la ricotta per preparare i ravioli (o come li chiamiamo noi "i tortelli"). Provateli.

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
per la pasta fresca
 farina tipo 00 gr. 360
 uova n. 4
 sale 1 pizzico
per il ripieno
 stridoli gr. 200
 ricotta fresca gr. 400
 parmigiano reggiano  gr. 100
per il condimento
 polpa di pomodoro ml. 300
 stridoli  gr. 100
 scalogno n. 1
 sale, pepe, olio evo  q.b.

 Preparazione

  • Per prima cosa preparare l'impasto per la sfoglia.
  • Mettere la farina sulla spianatoia, fare la fontana al centro e rompere nel buco le 4 uova. Aggiungere un pizzico di sale.
  • Impastare gli ingredienti, partendo dal centro, ovvero dalle uova, lavorandole piano piano con una forchetta e amalgamando mano a mano la farina, fino a formare un panetto omogeneo ed elastico.
  • Coprire con un telo e lasciar riposare al fresco (almeno mezz'ora) mentre si prepara il ripieno.
  • Preparazione del ripieno.
  • Mettere sul fuoco una casseruola piuttosto ampia (che poi utilizzeremo anche per cuocere la pasta) piena d'acqua e portare ad ebollizione.
  • Pulire 200 grammi di stridoli staccando le foglioline.
  • Lavare bene gli stridoli.
  • Quando l'acqua bolle, tuffare gli stridoli e lasciarli a sobbollire solo pochi secondi (15 secondi sono più che sufficienti). L'obbiettivo è ammorbidirli, ma non disperdere il gusto.
  • Scolarli con una schiumarola o un colino, tenendo l'acqua (come detto useremo questa acqua per cuocere la pasta: è modo che contribuisce a rafforza il sapore).
  • Prendere gli stridoli e strizzarli (come facciamo per gli spinaci) per eliminare l'acqua in eccesso e li tritiamo grossolanamente con la mezzaluna.
  • Mettiamo il trito di stridoli in una ciotola, aggiungiamo la ricotta, un pizzico di sale, il parmigiano reggiano grattugiato e una grattugiata generosa di noce moscata.
  • Mescoliamo bene con un cucchiaio di legno cercando di amalgamare bene gli ingredienti.
  • Il ripieno di stridoli e ricotta è pronto.
  • Preparazione dei ravioli.
  • Riprendere l'impasto e stenderlo con il mattarello in una sfoglia piuttosto sottile. Chi non è esperto può usare la macchinetta.
  • Partire da un bordo esterno e mettere dei mucchietti di ripieno sulla sfoglia distanziati di 4/5 cm. Girare il bordo della sfoglia in modo da raddoppiare la sfoglia e tenere all'interno il ripieno.
  • Saldare la striscia di pasta doppia nel bordo spingendo con ii rebbi di una forchetta e tagliare a quadratini (ravioli o tortelli) attorno a ciascun mucchietto con la rotella.
  • Continuare così, fila dopo fila, fino ad esaurire la sfoglia.
  • Se abbiamo dei rettangoli di sfoglia preparata con la macchinetta mettiamo i mucchietti di ripieno su un rettangolo e li copriamo con un secondo rettangolo.Sigilliamo bene la sfoglia attorno a ciascun mucchietto e tagliamo a quadrati (ravioli) attorno al ripieno  Questo fino ad esaurimento degli ingredienti.

 

Cottura

  • Pulire e lavare gli stridoli residui.
  • Pulire ed affettare lo scalogno.
  • Mettere una casseruola sul fuoco con un pò d'olio e lo scalogno.
  • Far soffriggere ed aggiungere la polpa di pomodoro.
  • Fare un sughetto veloce di pomodoro.
  • Quando è pronto aggiungere gli stridoli crudi, sale e pepe.
  • Mescolare e spegnere il fuoco.
  • Rimettere sul fuoco la casseruola con l'acqua dove abbiamo cotto gli stridolii.
  • Quando l'acqua bolle, cuocere i ravioli in due volte.
  • Trattandosi di pasta fresca, i ravioli sono pronti dopo appena un minuto di bollore.
  • Mettere sul fondo di un vassoio della salsa agli stridoli, aggiungere i ravioli, altra salsa e mescolare.
  • I ravioli agli stridoli sono pronti per andare in tavola! Sono buonissimi anche conditi con solo olio e parmigiano

 

Pagina 3 di 9

Ecco le nostre ricette di primi con carne