Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
SECONDI CARNE
Domenica, 05 Gennaio 2014 00:00

Coniglio arrosto al tegame

Scritto da
Vota questo articolo
(26 Voti)
Coniglio arrosto al tegame Coniglio arrosto al tegame

Coniglio arrosto: mia mamma lo preparava sempre per il pranzo della domenica. Praticamente non era domenica se non si mangiavano cappelletti (o passatelli) o pasta al forno e coniglio. A qualcuno può sembrare strano mangiarlo, ma per noi in Romagna era, ed è, davvero abituale. Io lo cucino arrosto, ma lo cuocio nel tegame per mantenerlo più morbido. Ovviamente si può fare anche al forno. L'importante è farlo cuocere piano piano, perché anche se i pezzi non sono troppo grossi, è opportuno cuocerlo bene, come tutti gli arrosti. Questo piatto lo dedico alla Carla (la mia seconda mamma) che cucina il coniglio più buono che abbia mai mangiato: potrebbe sfidare i migliori ristoranti! E per lei, che è una maga del forno, il coniglio, dopo aver rosolato al tegame, deve necessariamente essere cotto al forno.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 coniglio n. 1 (kg. 1,59 
 rosmarino n. 2-3 rami 
 salvia alcune foglie 
 timo n- 2 rametti 
 aglio 2- 3 spicchi 
 alloro 4- 5 foglie
 bacche di ginepro n. 10
 limone n. 1 
 vino bianco n. 1 bicchiere 
 aceto q.b. 
 sale, pepe, olio evo q.b 

 Preparazione

  • Lavare bene il coniglio. Lasciarlo a bagno per un paio d'ore almeno.
  • A questo punto, cambiare l'acqua e lasciarlo a bagno in una soluzione di acqua e aceto per un'altra mezz'ora. Mettere un pò di aceto nell'acqua aiuta il coniglio a perdere quel sapore a volte un pò forte (che noi chiamiamo di selvatico) che potrebbe avere, soprattutto se abbiamo comprato il coniglio dal contadino.
  • Tagliare il coniglio a pezzi (ne dobbiamo ottenere 10-12) e lavarlo ancora accuratamente sotto l'acqua corrente. NB: ovviamente, anziché il coniglio intero, possiamo aver comprato il coniglio a pezzi. Questo, anzi, può aiutare, se non siamo esperte nel tagliarlo. Anche in questo caso ripetiamo lo stesso procedimento di ammollo e lavaggio.
  • Una volta lavato, metterlo a scolare in un colapasta per qualche minuto.
  • Trasferirlo in un tegame che lo contenga in un solo strato e metterlo sul fuoco senza condimento. Lasciare a scaldare per un minuto circa. Il coniglio non deve assolutamente rosolare o colorarsi, ma solo emettere l'acqua che contiene in eccesso. Anche questa operazione aiuta a liberare il coniglio di eventuali aromi troppo accesi della carne.
  • Lavare tutte le erbe aromatiche e sbucciare gli spicchi d'aglio.
  • Preparare un trito con rosmarino, salvia, timo ed aglio.
  • Trasferire il coniglio in una ciotola e cospargerlo generosamente con il trito preparato (abbondare con gli aromi).
  • Aggiungere sale e pepe e condire ben bene con olio e una spruzzata di succo di limone. 
  • Aggiungere le foglie d'alloro e le bacche di ginepro leggermente schiacciate.

Cottura

  • Riprendere il coniglio dopo che ha riposato (I tempi minimi sono: prepararlo la sera per cucinarlo il mattino seguente, o prepararlo al mattino per cucinarlo in serata, ma se avete tempo potete farlo riposare anche più: es. prepararlo la sera precedente a quella in cui lo cucinerete).
  • Trasferirlo in un largo tegame dal fondo spesso, che possa contenerlo comodamente in un solo strato (la carne deve avere spazio per essere girata) con tutti gli aromi e il condimento.
  • Mettere sul fornello a fuoco vivo e far rosolare da tutti i lati.
  • Sfumare con un bicchiere di vino bianco (o se preferite con un bicchiere di birra) e una volta evaporato abbassare la fiamma e continuare la cottura per almeno 90 minuti, tenendo sempre il fondo morbido con l'aggiunta di acqua calda. Girare di tanto in tanto irrorando con un pò di succo di limone. 
  • Fare attenzione a non seccare la carne. 
  • In alternativa, dopo la rosolatura, mettere in forno a 160-170° e cuocere per lo stesso tempo, girando e bagnando il coniglio arrosto come indicato in ricetta.
  • Servireil coniglio arrosto al tegame caldo. E' ottimo con un contorno di patate al forno.

Informazioni aggiuntive

  • Livello difficoltà: Media
  • Dosi per: 4
  • Tempo prep.: 180 minuti (compreso ammollo e riposo)
  • Tempo cottura: 120 minuti
  • Tempo totale: 300 minuti
  • Costo: € 14
Letto 106872 volte Ultima modifica il Venerdì, 05 Dicembre 2014 19:51

Articoli correlati (da tag)

PIETANZE CON CARNE