Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
ANTIPASTI SFIZIOSI
Roberta Bevoni

Roberta Bevoni

Mercoledì, 21 Maggio 2014 00:00

Insalata tirolese

La ricetta dell'insalata tirolese è una idea gustosissima per un piatto freddo ottimo come contorno e come piatto unico nei mesi caldi. E' un piatto ricco dell'aroma dello Speck e del profumo della rucola, che offre una ricca varietà di consistenze con le uova, i ravanelli, la lattuga romana croccante, le olive ed il pan carrè dorato. Una ricetta facile ma completa e di sicuro successo!

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 Speck Alto Adige IGP gr. 80 
 Cuori di Lattuga Romana n. 2
 Uova n. 2
 Ravanelli (mazzetto)  n. 1 
 Rucola   gr. 20
 Olive nere denocciolate  gr. 40
 Fette di pan carrè n. 3 
 Grana Padano (scaglie) gr. 50
 Aceto di mele q.b. 
 Olio extravergine di oliva q.b.
 Aglio (spicchio) n.1
 Sale q.b.
 Pepe nero q.b. 

Preparazione

  • Rassodare le uova in acqua fredda, calcolare 10 minuti dal momento dell'ebollizione.
  • Lavare i cuori di lattuga romana.
  • Rimuovere la crosta dalle fette di pan carrè.
  • Tagliare a dadini il pan carrè.
  • Dorare il pan carrè in una padella con poco olio, rigirare spesso, ed al termine, quando saranno ben dorati, scolarli ed asciugarli con carta assorbente.
  • Lavare i ravanelli e tagliateli a dischi sottili.
  • Spezzettare la lattuga e trasferire il tutto nella ciotola o nel  piatto di portata.
  • Aggiungere le uova sode tagliate a spicchi.
  • Guarnire con le fette di speck arrotolate (se sono troppo lunghe dividerle in due).
  • Unire le olive e i ravanelli.
  • Aggiungere i dadini di pan carrè dorati e le foglie di rucola.
  • Stofinare con l'aglio l'interno di una ciotolina, quindi versare 4 cucchiai di olio, 2 cucchiai di aceto di mele e regolate con sale e pepe.
  • Mescolate bene e versare il condimento sull'insalata tirolese ed amalgamare.
  • Servire l'insalata tirolese nei piatti ed aggiungere il grana padano in scaglie.

 

 

Mercoledì, 14 Maggio 2014 17:09

Insalata di fave e pecorino

L'insalata di pecorino e fave fa parte della tradizione romana delle scampagnate fuori porta. Ma anche nella mia famiglia siamo abituati a questo abbinamento che diventa quasi un piatto unico. Può sembrare una "non ricetta" ma il risultato finale è talmente buono che merita una pubblicazione. Qui ho usato fave rigorosamente fresche raccolte in giornata ed un buon pecorino toscano visto che la reperibilità del pecorino romano fresco è difficile dalle mie parti. 

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 Fave fresche gr. 500 
 Pecorino giovane gr. 200 
 Olio extravergine oliva q.b. 
 Sale q.b.
 Pepe q.b. 
 Pane Toscano insipido  gr.100

Preparazione

  • Lasciare i baccelli delle fave a bagno in acqua fresca per una decina di minuti .
  • Sciaquarli in acqua corrente fresca.
  • Sgranare i baccelli e riponete le fave in una ciotola da insalata.
  • Tagliare due fette di pecorino, spesse circa un centimetro, eliminare la crosta.
  • Ridurre le fette di pecorino a listarelle o a cubetti scondo il vostro gusto.
  • Condire le fave con sale, pepe ed olio extravergine di oliva (è preferibile un olio dal gusto deciso, anche grezzo nel caso), e mescolare bene.

 

Presentazione

  • Disporre nei piatti le fette di pane in modo da lasciare uno spazio al centro.
  • Riempire il centro del piatto con le fave condite ed aggiungete il pecorino
  • A vostro piacere potete mettere listarelle di pecorino sul pane, oppure potete anche bruschettare le fette di pane con olio ed una sfregaura leggera di aglio.
  • Gustate l'insalata di pecorino e fave in casa o in una scampagnata.

Giovedì, 15 Maggio 2014 00:00

Straccetti di manzo con gli asparagi

Straccetti di manzo con gli asparagi: un modo di cucinare questa buonissima verdura di stagione uscendo dal classico abbinamento uova-asparagi. Proponiamo una ricetta che mantiene la stessa velocità di esecuzione e la stessa semplicità. L'utilizzo solo di asparagi e carne di manzo mantiene intatto il sapore dei due elementi. Aggiungiamo solo una nota particolare con questa crema di yogurt, che può essere sostituita da scaglie di solo parmigiano per coloro che non amano lo yogurt.

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 fettine di manzo  n. 2 (gr. 400)
  asparagi

gr. 500

 scalogno n. 1
 latte 1/4 bicchiere
 yogurt naturale gr. 80
 parmigiano reggiano gr. 30
 sale, pepe, burro, olio evo q.b.

 Preparazione

  • Pulire gli asparagi e privarli della parte dura.
  • Lavare gli asparagi e tagliarli a pezzetti di piccole dimensioni. NB: per rendere i pezzetti più simili agli straccetti, tagliare gli asparagi in modo obliquo.
  • Pulire, lavare e tritare lo scalogno.
  • Tagliare le fettine di manzo a pezzetti formando degli straccetti.
  • Grattugiare il parmigiano reggiano.

Cottura

  • Mettere un pò d'olio e una noce di burro in una padella e far soffriggere il trito di scalogno.
  • Aggiungere gli asparagi e un pò d'acqua e lasciare cuocere per 8-10 minuti, mescolandoli spesso.
  • Nel frattempo scaldare il latte e sciogliervi il parmigiano grattugiato. Mescolare formando una cremina ed aggiungerla allo yogurt. La crema di yogurt è così pronta. Tenerla a temperatura ambiente.
  • Aggiungere gli straccetti nella padella dove stanno cuocendo gli asparagi e continuare la cottura per altri 4-5 minuti.
  • Aggiustare di sale e pepe e spegnere il fuoco.
  • Servire gli straccetti di manzo con gli asparagi guarnedoli con la crema di yogurt.

 

 

Venerdì, 09 Maggio 2014 00:00

Tagliatelle con asparagi e speck

Tagliatelle con asparagi e speck: facili e gustose. Gli aspragi sono buonissimi in questa stagione. La loro cottura in bianco è fatta per esaltare il loro sapore. Aggiungiamo speck per conferire un gusto più deciso. L'utilizzo finale di julienne di asparagi crudi dà a questa pasta con asparagi la giusta croccantezza. Questo primo é in realtà una preparazione anche veloce perchè ormai la pasta fresca si può acquistare in qualunque supermercato. E' chiaro che i più esperti possono preparare personalmente a casa la pasta fresca all'uovo. I tempi segnalati sono quelli necessari una volta che si ha già a disposizione la pasta.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 tagliatelle all'uovo  gr. 400
 asparagi gr. 400
 speck a fette spesse gr. 200
 scalogno n. 1
 latte q.b.
 parmigiano reggiano q.b.
 sale, olio evo q.b.

Preparazione

  • Pulire e lavare gli asparagi.
  • Tagliare gli asparagi a pezzettini, lasciando intere parte delle punte.
  • Tagliare le punte a julienne utilizzando un pelapatate..
  • Tagliare lo speck a listarelle. Utilizziamo fette di speck dello spessore di una moneta.
  • Pulire, lavare e tritare lo scalogno.

Cottura

  • Mettere sul fuoco una casseruola con abbondante acqua per cottura della pasta.
  • In una larga padella (che useremo per saltare la pasta) mettere un pò d'olio e lo scalogno tritato.
  • Fare rosolare lo scalogno a fuoco dolce e aggiungere gli asparagi tagliati a pezzetti.
  • Aggiustare con poco sale (dosare adeguatamente il sale, perchè poi aggiungeremo lo speck che è molto saporito) e far cuocere per una ventina di minuti, aggiungendo mezzo bicchiere d'acqua calda.
  • A cottura ultimata con una forchetta schiacciare parte degli asparagi per "disfarli" comeper ottenere una crema. NB: Personalmente preferisco non frullare parte degli asparagi per mantenere intatto il gusto.
  • Aggiungere lo speck e rosolare qualche minuto. Mescolare e spegnere il fuoco.
  • Quando l'acqua giunge a bollore, gettare le tagliatelle. Cuocere la pasta un paio di minuti dalla ripresa del bollore (Trattandosi di pasta fresca è cotta in tempi brevissimi. Regolarsi comunque in base alla grossezza).
  • Scolare la pasta e trasferirla nella padella con il condimento. Accendere di nuovo il fuoco.
  • Mescolare e mantecare aggiungendo un pò d'acqua di cottura della pasta e un pò di latte.
  • Servire le Tagliatelle, la nostra pasta con asparagi e speck guarnendo con la julienne di asparagi e scaglie di parmigiano reggiano.

Venerdì, 09 Maggio 2014 10:00

Pasta con le cozze e fave

La pasta con le cozze è una mia passione, i cavatelli con le fave sono una ricetta tradizionale pugliese, ho unito i due ingredienti con la sfumatura dei datterini per dare freschezza e dolcezza. Rispetto alla classica ricetta della pasta con le fave non le ho sbollentate e/o passate perchè con la fava fresca appena raccolta, con chicchi non troppo grandi si può gustare un piatto di pasta con cozze e fave mantenendo sia la giusta tenerezza che la pienezza del sapore e dei profumi.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 cavatelli pugliesi gr. 360
 cozze gr. 500 
 fava fresca (già sgusciata) gr. 300
 pomodori datterini gr. 150 
 scalogno  n. 1
 sale, pepe, olio evo q.b.

Preparazione

  • Pulire le cozze eliminando le barbette e raschiando, se necessario i gusci con una spugna.
  • Mettere le cozze in ammollo in acqua salata, ricambiando l'acqua diverse volte in un periodo di circa 2 ore.
  • Estrarre le fave dai baccelli, e, se trovate fave molto grandi o di colore sbiancato eliminare la pelle superficiale per conservare la giusta tenerezza e la purezza del sapore. Dovremo ottenere circa 300 grammi di prodotto edibile.
  • Lavare e tagliare i pomodorini datterini a filetti, nel senso della lunghezza, o a cubetti (se preferite). 
  • Pulire, lavare e tritare lo scalogno.

 Cottura

  • Mettere a bollire l'acqua per la pasta, in questo caso utilizziamo i Cavatelli pugliesi.
  • Nel frattempo far aprire le cozze in una padella coperta con un bicchiere di acqua fino a quando non saranno ben aperte.
  • Lasciare intiepidire un attimo quindi separare le cozze dal guscio.
  • Fate indorare lo scalogno tritato in padella con un po' di olio extravergine di oliva.
  • Aggiungere i pomodorini datterini proseguendo la cottura fino a che non avranno rilasciato l'acqua di vegetazione.
  • Aggiungere le cozze ed allungare con un mezzo bicchiere di acqua filtrando la stessa acqua di cottura delle cozze.
  • Scolare la pasta molto al dente (con i cavatelli un paio di minuti prima del tempo indicato).
  • Trasferire i cavatelli nella padella con il condimento e completare la cottura della pasta mescolando per amalgamare gli ingredienti.
  • Prima di spegnere aggiungere la fava fresca.
  • Regolare di sale.
  • Servire la pasta con le cozze e fave aggungendo nel piatto un filo di olio extravergine di oliva e un'abbondante spruzzata di pepe nero macinato al momento.

Crema di mascarpone con cioccolato bianco e noci: un altro modo di preparare la crema di mascarpone. Il mascarpone è un formaggio delizioso sia nelle preparazioni dolci che in quelle salate. Oggi lo serviamo sopra al Pan di Spagna ed accompagnato da cioccolato bianco e frutta secca (noci). Un tripudio di gusto!

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 Pan di Spagna 4 - 5 fette
 mascarpone gr. 250
 uova  n. 3
 zucchero  3 cucchiai
 cioccolato bianco  gr. 50
 gherigli di noce gr. 30
cioccolato fondente q.b.
 liquore alla mandorla q.b.

Preparazione

  • Tritare finemente il cioccolato bianco.
  • Tritare i gherigli di noci.
  • Mescolare cioccolato e noci.
  • Sgusciare le uova e dividere i tuorli dagli albumi.
  • Aggiungere agli albumi un pizzico di sale e montarli a neve fermissima. 
  • In una ciotola riunire i tuorli con 3 cucchiaiate di zucchero e montarli con una frusta elettrica fino a renderli gonfi e spumosi.
  • Aggiungere delicatamente il mascarpone e continuare a girare il composto in modo da fargli incorporare aria e renderlo ben gonfio.
  • Incorporare anche parte del miscuglio di cioccolato e noci.
  • Aggiungere quindi, a cucchiaiate, gli albumi montati e mescolare il tutto dal basso verso l'alto per non smontare la crema di mascarpone.

Cottura

  • RIvestire il fondo di uno stampo con il Pan di Spagna.
  • Pennellare il pan di spagna con un pò di liquore alla mandorla.
  • Coprire con uno starto di crema di mascarpone (utilizzare la metà della crema)
  • Spolverizzare con un pò del miscuglio di noci e cioccolato bianco. Aggiungere qualche scaglia di cioccolato fondente.
  • Fare un secondo strato di fette di Pan di Spagna. Bagnarle con il liquore.
  • Coprire con un la restante crema di mascarpone.
  • Coprire la superficie con del Pan di Spagna a pezzetti, col mix di cioccolato bianco e noci e con le scaglie di cioccolato fondente.
  • Mettere la crema di mascarpone in freezer per un paio d'ore.
  • Trasferirlo quindi in frigorifero per 5-6 ore.
  • Servire la Crema di mascarpone con cioccolato bianco e noci accompagnato da frutta fresca.

 

Domenica, 04 Maggio 2014 00:00

Pan di Spagna

Il Pan di Spagna è una delle basi della pasticceria. Ci aiuta nella preparazione di torte farcite, di dolci al cucchiaio, di finger food dolci.... La ricetta del Pan di Spagna è piuttosto semplice, basta seguire alcune semplici regole e il risultato sarà perfetto!

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 uova n. 5
 zucchero gr. 150
 farina  gr. 150

Preparazione

  • Sgusciare le uova dividendo i tuorli dagli albumi.
  • Aggiungere lo zucchero ai tuorli e montarli  con una frusta elettrica fino ad ottenere un composto biancastro e spumoso.
  • Aggiungere un pizzico di sale agli albumi e montarli a neve ben soda.
  • Aggiungere gli albumi montati ai tuorli mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno dal basso verso l'alto.
  • Incorporare la farina, fatta scendere da un setaccio,.continuando amescolare fino ad ottenere un composto ben amalgamato.

Cottura

  • Accendere il forno a 180°.
  • Imburrare ed infarinare uno stampo rotondo del diametro di 24 cm.
  • Versare il composto di uova, zucchero e farina, nello stampo.
  • Battere la base delo stampo sul tavolo in modo da eliminare le bolle d'aria.
  • Infornare il dolce e cuocere per 40 minuti circa.
  • Per verificare che la cottura sia giusta, infilare uno stuzzicadenti al centro del dolce: se esce asciutto la torta è cotta.
  • Utilizzare il Pan di Spagna come ricetta base per torte e/o per  preparare i vari dolci.
Lunedì, 28 Aprile 2014 00:00

Frittata con gli stridoli

Frittata con gli stridoli: un altro modo per gustare quest'erbetta di campo deliziosa. In questa ricetta gli stridoli vengono datti appasire con un pò di burro per pochissimi istanti. In questo modo il loro sapore resta inalterato e, uniti alle uova, ci consentoni di ottenere un piatto gustosissimo, ma di una semplicità unica!

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 uova  n. 4
 stridoli  gr. 100
 parmigiano reggiano gr. 40
 noce moscata 1 pizzico
 burro 1 noce
 sale, pepe, olio evo q.b.

Preparazione

  • Pulire gli stridoli staccando le foglioline.
  • Lavarli sotto l'acqua corrente.
  • Mettere una noce di burro in padella, farla sciogliere e aggiungere gli stridoli.
  • Far appassire a fuoco basso per 2 minuti circa, mescolandoli di continuo.
  • Aggiustare di sale e pepe.
  • Spegnere il fuoco.
  • Trasferire gli stridoli sul tagliere e tagliarli molto grossolanamente con la mezzaluna. NB: dobbiamo fare questa operazione in fretta, con pochi colpi decsi di mezzaluna. Gli stridoli devono solo risultare spezzati, non tritati.
  • In una ciotola rompere le uova.
  • Aggiungere un pizzico di noce moscata.
  • Sbattere con una forchetta per fare amalgamare bene il composto.
  • Incorporare il parmigiano reggiano grattugiato e continuare a sbattere il composto cercando di evitare la formazione di grumi.
  • Amalgamare gli sridoli spezzettati.

     

Cottura

  • Mettere l'olio in una larga padella.
  • Una volta che l'olio è in temperatura, versare il composto di uova e stridoli stendendolo con la forchetta in modo da rivestire completamente il fondo della padella.
  • Lasciare cuocere per un paio di minuti e quindi girare la frittata. NB: Gli esperti possono anche girare la frittata al volo; tutti gli altri si possono aiutare con un coperchio, girando su questo la frittata che poi dovrà essere fatta nuovamente scivolare nella padella. Questa operazione va fatta su di un piatto in modo da poter recuperare eventuali liquidi (olio o parte del composto) caduti nell'operazione di "giro" della frittata.
  • Far cuocere qualche minuto anche da questo lato.
  • Se necessario girare la frittata una seconda volta.
  • Trasferire la Frittata con gli stridoli su un vassoio, accompagnata da una insalata di pomodorini.

Lunedì, 28 Aprile 2014 00:00

Fagottini con gli asparagi

Fagottini di pasta sfoglia con asparagi: la ricetta per un perfetto finger food o un antipasto veloce. La pasta sfoglia si presta ad infiniti utilizzi (dolci e salati) pertanto è buona norma tenerne sempre di scorta in frigorifero, in modo da far fronte ad ospiti inattesi o per "proporre un piatto sfizioso spesso "svuota-frigo". In questo caso il ripieno è formato da asparagi e uova: un vero classico!!

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pasta sfoglia rettangolare  n. 1
 parmigiano reggiano gr. 30
 asparagi gr. 200
 uovo n. 1
 sale, pepe, olio evo q.b.

 Preparazione

  • Pulire gli asparagi e privarli della parte dura.
  • Lavare gli asparagi e tagliarli a pezzetti di piccole dimensioni.
  • Mettere un pò d'olio in una padella e far cuocere gli asparagi per 5- 6 minuti, mescolandoli spesso e aggiungendo un pò d'acqua calda in modo da evitare che si secchino.
  • Spegnere il fuoco e trasferire gli asparagi in un piatto perchè possano raffreddarsi più in fretta. Aggiustare di sale e pepe.
  • Grattugiare il parmigiano reggiano.
  • In una ciotola, rompere l'uovo e mescolarlo ocn il parmigiano grattugiato.
  • Aggiungere gli asparagi freddi.
  • Mescolare bene per fare amalgamare gli ingredienti.

Cottura

  • Accendere il forno a 180°.
  • Srotolare la pasta sfoglia sul tagliere e con una rotella (o con un coltello) dividerla in quadrati di cm. 8 x 8.
  • Poggiare, su ciascun quadrato, un pà del composto di asparagi e uova.
  • Riempire in questo modo tutti i quadrati tagliati.
  • Chiudere ciascun quadrato, riunendo le due punte opposte, in modo da formare dei triangoli.
  • Sigillare bene la chiusura con la punta delle dita avendo cura che tutto il ripieno rimanga ben protetto all'interno.
  • Trasferirli su una leccarda coperta di carta forno.
  • Pennellare, a piacere, la superficie di ciascun triangolo con un pò di latte.
  • Tenerli in frigorifero fino al momento di cuocerli.
  • Infornare e lasciare cuocere per 20 minuti circa.
  • Servire i Fagottini di pasta sfoglia con asparagi su un unico vassoio se si tratta di un antipasto o in singoli piattini se li utilizziamo per un finger food.

 

Lunedì, 28 Aprile 2014 08:41

Risotto con le fragole

Risotto con le fragole: un primo piatto velocissimo e molto facile. L'unica accortezza è quella di dosare bene l'aceto balsamico. L'aceto  balsamico è infatti un ingrediente straordinario, ma va utilizzato nella giusta misura: il rischio è quello di aggiungerne troppo e quindi di "uccidere" tutti gli altri sapori. Se usiamo un buon aceto balsamico, qualche goccia è sufficiente. La ricetta prevede l'impiego di fragole in parte cotte e in parte a crudo: in questo modo manteniamo tutto l'aroma delle fragole e otteniamo un piatto davvero molto fresco.

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 riso carnaroli  gr. 320
 fragole gr. 360
 scalogno n. 1
 cipolla 1/2
 parmigiano reggiano gr. 30
 dado vegetale n. 2
 aceto balsamico q.b.
 olio evo q.b

 Preparazione

  • Sbucciare, lavare e tritare lo scalogno.
  • Preparare un brodo vegetale mettendo a bollire una casseruola d'acqua con un paio di dadi vegetali.
  • Lavare brevemente le fragole sotto l'acqua corrente. 
  • Tagliarne 2/3 a pezzettini e 1/3 a fettine.
  • Grattugiare il parmigiano reggiano.

Cottura

  • In una casseruola, dai bordi alti, mettere un pò d'olio e lo scalogno tritato e far soffriggere a fuoco dolce per un minuto.
  • Incorporare il riso e mescolare.
  • Farlo tostare un paio di minuti ed aggiungere 2-3 gocce di aceto balsamico.
  • Aggiungere poco alla volta il brodo, con un mestolo, fino a portare il riso quasi a cottura e mescolando spesso. Non aggiungere il mestolo successivo se quello precedente non è completamente assorbito.
  • Un paio di minuti prima del termine della cottura aggiungere le fragole a pezzetti e altre 2-3 gocce di aceto balsamico.
  • Mescolare molto bene per un paio di minuti.
  • Spegnere il fuoco e mantecare con il parmigiano grattugiato. NB: Utilizzare poco parmigiano in modo da preservare il sapore delle fragole (se ne usiamo troppo, infatti, rischiamo che il sapore dl formaggio sia predominante sul resto).
  • Servire il risotto con le fragole direttamente nei singoli piatti, aggiungendo le fragole a fettine, lasciate a crudo.

  • Se evitate l'utilizzo del dado e preparate un brodo vegetale con pomodoro, cipolla, sedano e carota, questo risotto con le fragole rientra nei parametri della cucina vegana.

 

Pagina 2 di 9

ANTIPASTI