Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
Ricette facili

Ricette facili

Le ricette di cucina possono essere semplici o difficili in relazione a chi le prepara, è ovvio, ma penso che ci siano alcune preparazioni che per le caratteristiche degli ingredienti e per le modalità di preparazione possano essere tranquillamente riconosciute come ricette facili.

Nell'elenco che ho chiamato ricette facili si sono ricette che, con un minimo di applicazione,  proprio tutti sono in grado di cucinare. Per essere sicura le ho fatte preparare anche da chi si trova in difficoltà a cuocere anche un semplice uovo sodo!.

Ecco quindi le mie ricette: sono piatti semplici da prepararare ma non sono banali e soprattutto se vi cimenterete nel preparare una di queste ricette semplici non resterete delusi dal gusto e dal sapore ed anche i vostri ospiti apprezzeranno, perchè soprattutto in questo caso, la scelta degli ingredienti, la loro qualità e la loro freschezza vi aiuteranno nel presentare piatti di sicuro successo!

 

Vota questo articolo
(1 Vota)
Bicchierini di Mascarpone e Nutella: un dolcetto monoporzione perfetto per la preparazione di un finger food. La segnalazione delle porzioni ottenibili è puramente indicativa e legata alla grandezza dei bicchieri.…

Informazioni aggiuntive

  • Livello difficoltà Facile
  • Dosi per 8
  • Tempo prep. 20 minuti
  • Tempo cottura 30 minuti
  • Tempo totale 50 minuti
  • Costo € 7
Lunedì, 14 Aprile 2014 00:00

Caramelle di pasta sfoglia al prosciutto

Scritto da

Caramelle di pasta sfoglia al prosciutto: un finger food saporitissimo. La preparazione è davvero veloce e facilissima, la particolarità è data dalla chiusura della pezzi di pasta sfoglia come se si trattasse di caramelle. Sono un bocconcino saporito: l'utilizzo del prosciutto crudo e del formaggio brie conferisce un sapore deciso a questo stuzzichino. Per questo motivo è opportuno non esagerare con il ripieno. Chi poi volesse un sapore più delicato può utilizzare prosciutto cotto ed emmenthal. Perfette anche per un antipasto, accanto ad affettati e verdure sottolio.

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pasta sfoglia rettangolare 1 confezione
 prosciutto crudo gr. 100
 brie (o taleggio)  gr. 100
 uovo n. 1

Preparazione

  • Tagliare il formaggio brie a pezzettoni.
  • Srotolare la pasta sfoglia e tagliarla in quadrati. Dovremo ottenere 12 quadrati (o rettangoli).
  • Mettere al centro di ciascun quadrato un pò di prosciutto crudo e un pezzo di brie.
  • Riempire così tuttii quadrati.
  • Chiuderli, ad uno ad uno, ripiegandoli in due e arrotolando i due lembi esterni formando un involtino a forma di caramella.
  • Trasferire tutte le caramelle in una leccarda rivestita di carta forno.
  • Fare dei taglietti con la punta di un coltello sui bordi esterni (fiocchetti della caramella) in modo da favorire la lievitazione.
  • Sbattere l'uovo e con un pennello spennellare la superficie delle caramelle.
  • Riporle in frigo a riposare fino al momento di utilizzarle. NB: Quando la pasta sfoglia è fredda lievita meglio.

 

Cottura

  • Accendere il forno a 180*.
  • Informare le caramelle di pasta sfoglia e farle cuocere per almeno 15 minuti.
  • Sulla superficie si formerà una crosticina dorata.
  • Servire le Caramelle di pasta sfoglia al prosciutto adagiandole a coppia su un piattino. Ogni commensale potrà servirsi di un piattino.
Giovedì, 27 Febbraio 2014 00:00

Carciofi e patate

Scritto da Roberta Bevoni

Carciofi e Patate: un contorno semplice e facilissimo. Le patate sono cotte a vapore per mantenere inalterato il loro gusto e i carciofi, tagliati fini fini, sono saltati velocemente in padella. Quando gustiamo questo piatto sentiamo distinti i sapori delle due verdure che comunque insieme stanno benissimo!

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 patate gialle n. 4
 carciofi n. 2
 prezzemolo  1 ciuffo
 sale, pepe q.b.
 olio evo, burro  q.b

Preparazione

  • Pelare le patate e lavarle bene.
  • Tagliarle a cubetti piuttosto piccoli (circa cm 1x cm. 1)
  • Metterli nelcestello per la cottura a vapore.
  • Cuocerli a vapore per 30 minuti circa. NB: Le patate devono rimanere compatte e croccanti.
  • Mentre cuociono le patate pulire i carciofi.
  • Eliminare le foglie esterne dure e le punte. Tagliare il gambo alla base del carciofo. Pulire anche il gambo eliminando la parte esterna e tenendo la parte centrale.
  • Tagliare i carciofi a metà e lavarli. Metterli a bagno in una ciotola con acqua e succo di limone.
  • Tagliare i carciofi a spicchi sottili e i gambi a rondelle.
  • Pulire e lavare il prezzemolo. Tritarlo.

Cottura

  • Una volta cotte le patate, toglierle dal cestello a vapore. Aggiungere sale e pepe.
  • Mettere un tegame sul fuoco con un pò d'olio e una piccola noce di burro e mettere a cuocere i carciofi, aggiungendo, se necessario, un pò d'acqua. Aggiustare di sale e pepe.
  • uocere per 5-6 minuti.
  • Aggiungere i cubetti di patata cotti a vapore. Mescolare e far cuocere insieme ancora per un paio di minuti per far amalgamare le due verdure.
  • Spolverizzare con il prezzemolo tritato.
  • Spegnere il fuoco e portare in tavola.
Lunedì, 07 Aprile 2014 00:00

Contorno con Fagioli Cannellini e pomodori datterini

Scritto da Roberta Bevoni

Il contorno con Fagioli Cannellini e pomodori datterini: un ottimo abbinamento. Spesso, all'ultimo minuto, decidiamo di portare in tavola i fagioli: buoni e ricchi di fibre. Il fatto di poterli acquistare già lessati, in scatola, li rende un contorno buono in tutte le occasioni, economico e velocissimo. In realtà, a volte, basta pochissimo per trasformarlo in un piatto pieno di gusto. In questo caso l'aggiunta di pomodorini datterini dolcissimi e di un buon scalogno, trasformano questo contorno, dalla semplice apertura di una scatoletta di fagioli, in un piatto del tutto diverso. E il tempo di preparazione è comunque pochissimo!

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 fagioli in scatola (cannellini o bianchi di spagna) gr. 400 
 scalogno n. 1
 pomodorini datterini  gr. 200
 rosmarino 1-2 rametti
 sale, pepe, olio evo  q.b.

Preparazione

  • Pulire e lavare lo scalogno. Affettarlo.
  • Lavare i pomodori datterini e tagliarli, ad uno ad uno, a metà (in questo modo appassiscono meglio e rilasciano un buon sughetto).
  • Scolare i fagioli cannellini dalla scatola e sciacquarli velocemente sotto l'acqua corrente (in questo modo li ripuliamo del liquido di conservazione).
  • Pulire e lavare il rosmarino. Tritarlo finemente.

 

Cottura

  • Mettere a scaldare un pò d'olio in una padella.
  • Aggiungere lo scalogno e farlo soffriggere.
  • Aggiungere i pomodorini e abbassare la fiamma.
  • Fare appassire i pomodorini datterini mescolando con un cucchiaio di legno.
  • Dopo qualche minuto i pomodori rilasceranno un pò della loro acqua di vegetazione che inizierà a formare un sughetto rosato buonissimo.
  • Aggiungere a questo punto anche i fagioli cannellini ed amalgamare.
  • Aggiustare di sale e pepe e mescolare ancora.
  • Far insaporire pomodorini e fagioli insieme per un paio di minuti.
  • Aggiungere il trito di rosmarino.
  • Portare in tavola caldo il Contorno con fagioli cannellini e pomodori datterini.
Venerdì, 13 Settembre 2013 22:28

Crackers con Philadelphia e Pere

Scritto da Roberta Bevoni

Crackers con formaggio philadelphia e pere: uno stuzzichino fresco e veloce, perfetto anche come antipasto in una cena estiva. L'abbinamento del formaggio con le pere è un classico; l'aggiunta delle mandorle come frutta secca conferisce una nota di gusto in più. Trovo che siano perfette.

  

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 crackers non salati n. 25-30
 philadelphia  gr. 100
 granella di mandorle gr. 50
 pere william n. 1
 limone n. 1/2

 Preparazione 

  • Mettere il formaggio in una ciotola e lavorarlo con una forchetta per ammorbidirlo.
  • Aggiungere la granella di mandorle e amalgamarla al formaggio.
  • Lavare la pera, dividerla a metà, eliminare il torso e tagliarla a fettine. Mettere le fettine dentro una ciotola, coprirle di acqua e succo di limone per evitare che anneriscano

 

Composizione del piatto

  • Spalmare il composto di formaggio philadelphia e mandorle sui crackers fino ad esaurimento.
  • Trasferire gli stuzzichini così ottenuti su un piatto da portata.
  • Al momento di servire, scolare la pera dall'acuq e appoggiare una fettina su ciascun cracker.




Consigli e suggerimenti
Spalmare il composto sui crackers poco pima di servirli per evitare che si ammorbidiscano e perdano croccantezza.


Vota questo articolo
(12 Voti)
Crema intortata: questo è il nome che ho voluto dare ad un dolce molto particolare, spesso presentato sul web come Torta Magica. Il motivo è che chi l'ha condivisa con…

Informazioni aggiuntive

  • Livello difficoltà Facile
  • Dosi per 6
  • Tempo prep. 20 minuti
  • Tempo cottura 60 minuti
  • Tempo totale 80 minuti
  • Costo € 4
Venerdì, 07 Febbraio 2014 00:00

Crescentine (o Gnocco fritto)

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Crescentine o Crescente è il nome che si dà a Bologna per definire la piadina fritta. La ricetta è la stessa, ma il nome cambia: a Modena e Reggio Emilia si chiamano "Gnocco Fritto"; nella bassa padana sono dette "Chisulin"; a Piacenza si chiamano "Burtlèna"; nel Ferrarese sono i "Pinzin" e a Parma "Torta Fritta". Resta inteso che si preparano anche in altre zone. Pochi ingredienti e una preparazione semplice. Si mangiano da sole o imbottite con prosciutto crudo, coppa, pancetta arrotolata e formaggio tenero, tipo squaquerone.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 farina bianca  gr. 500

 strutto                           (o 4 cucchiai olio evo)

 gr. 50
 lievito di birra gr. 25
 latte 1/2 bicchiere
 sale q.b.
 olio per friggere q.b.

Preparazione

  • In una ciotola, mescolare il latte con un bicchiere di acqua calda e sciogliervi il lievito di birra.
  • Mettere la farina sulla spianatoia e fare la fontana al centro.
  • All'interno della fontana mattere lo strutto (o l'olio) e un pizzico di sale.
  • Impastare aggiungendo poco alla volta il misto di latte, acqua e lievito.
  • Lavorare bene l'impasto per amalgamare gli ingredienti fino ad ottenere una consistenza simile a quella della pasta di pane.
  • Fare una palla, trasferirlain una ciotola, coprirla con un telo e lasciare riposare in un luogo tiepido per 2 ore circa.
  • Trascorso questo tempo la pasta dovrbbe essere lievitata e quindi aumentata di volume.
  • Stendere l'impasto con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa 3-4 mm.
  • Tagliare la sfoglia a piccoli rombi.

Cottura

  • Mettere abbondante olio per friggere in una larga padella.
  • Quando l'olio è in temperatura, friggere i rombi di sfoglia pochi alla volta.
  • Quando le crescentine sono gonfie e dorate da entrambe le parti, scolarle e metterle ad asciugare su carta gialla.
  • Servire calde e leggermente cosparse di sale.
Martedì, 15 Aprile 2014 15:42

Crostini di pesce con calamari

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Crostini di pesce con calamari: un antipasto di pesce caldo, ma dalla preparazione veloce e semplicissima. Gli ingredienti sono solo due: calamari e pomodorini datterini. Inutile dire che come tutte le ricette semplici, che hanno pochissimi elementi dobbiamo utilizzare degli ingredienti freschi e di buona qualità. La parte più difficile è la pulizia del calamaro, ma a volte si trovano in pescheria già abbastanza puliti. Per questo piatto usiamo pane toscano (o montanaro) tostato, calamari tagliati ad anellini e striscoline e dei datterini dolcissimi. Nota aromatica il rosmarino messo alla fine.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pane toscano  8 fette
 calamari gr. 400
 pomodorini datterini gr. 200
 rosmarino 2-3 rametti
 aglio  1 spicchio
 sale, pepe, olio evo  q.b.

Preparazione

  • Pulire i calamari privandoli della conchiglia interna, del becco e della pelle. Per un dettaglio maggiore sulla pulizia di questo pesce suggeriamo d seguire la ricetta passo passo dei Calamari Ripieni.
  • Staccare le tasche dalle teste e lavarli accuratamente.
  • Tagliarli quindi ad anelli e/o striscioline.
  • Sbucciare l'aglio.
  • Lavare i pomodorini datterini.
  • Tagliarli , ad uno ad uno, a metà.
  • Pulire e lavare il rosmarino.
  • Tritarlo finemetne con la mezzaluna.

 

Cottura

  • Mettere in una larga padella a soffriggere l'aglio con un pò d'olio.
  • Aggiungere i calamari e mescolare.
  • Far cuocere 3-4 minuti ed aggiungere i pomodori datterini.
  • Aggiustare di sale e pepe e continuare la cottura ancora per qualche minuto.
  • Aggiungere il rosmarino tritato e spegnere il fuoco.
  • Per i crostini di pesce: mettere a tostare su una griglia le fette di pane.
  • Trasferirle su un vassoio e condirle ad una ad una con il preparato di calamari e datterini.
  • Aggiungere un pò d'olio crudo e una macinata di pene.
  • I crostini di pesce con calamari  sono un perfetto antipasto caldo, ma anche come finger food. In questo ultimo caso, riduciamo la dimensione dei crostini di pesce ritagliando ciascuna fetta di pane in due/tre pezzi.

Martedì, 15 Ottobre 2013 15:15

Fagottini con formaggio, pere e noci

Scritto da Roberta Bevoni

Questi fagottini con formaggio, pere e noci sono delle piccole delizie di pasta sfoglia che racchiudono un cuore formato da formaggio taleggio, pere abate e noci tritate. Una vera leccornia da proporre in un buffet, in una cena fra amici e magari ad una festicciola. Da provare!!

Difficoltà Ricetta per Preparazione Cottura Costo
     
 Facile 4 10 min.
20 min. €5 

 

 

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pasta sfoglia rettangolare  n. 1
 formaggio taleggio gr. 120
 pere abate n. 1
 noci n. 10
 uovo n. 1

 Preparazione

  • Tagliare il formaggio a fettine sottili.
  • Rompere le noci e tritare i gherigli.
  • Lavare, bucciare e tagliare la pera a pezzetti.

Cottura

  • Accendere il forno a 180°.
  • Srotolare la pasta sfoglia sul tagliere e con una rotella (o con un coltello) dividerla in quadrati di cm. 10 x 10.
  • Poggiare su ciascun quadrato, un pezzetto di formaggio.
  • Coprirlo con qualche pezzetto di pera.
  • Aggiungere le noci tritate.
  • Riempire in questo modo tutti i quadrati tagliati.
  • Dividere il tuorlo dall'albume.
  • Pennellare i bordi di ciascun quadrato con l'albume (in questo modo dovremmo riuscire a sigillare meglio i bordi ed evitare che il fagottino si apra in cottura).
  • Chiudere ciascun quadrato, riunendo due lembi opposti e sigillandoli fra loro. Completare richiudendo anche gli altri due lembi rimasti liberi.
  • Sigillare bene la chiusura con la punta delle dita avendo cura che tutto il ripieno rimanga ben protetto all'interno.
  • Pennellare la superficie di ciascun fagottino con il tuorlo d'uovo.
  • Infornare e lasciare cuocere per 20 minuti circa.

 

Giovedì, 01 Agosto 2013 15:28

Fiori di Zucca fritti

Scritto da Roberta Bevoni

I fiori di zucca fritti sono un classico della cucina italiana. Spesso, prima di essere fritti, vengono riempiti in vari modi, secondo la tradizione delle varie regioni.La ricetta che proponiamo qui prevede che i fiori siano passati semplicemente in pastella, senza ripieno. Da aggiungere che questa pastella è perfetta anche per friggere altre verdure, come pomodori, zucchine, melanzane.

  

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 fiori di zucca  n. 12 - 16
 farina gr. 100
 uova n. 1
 vino bianco  1/2 bicchiere
 noce moscata 1 pizzico
 sale, pepe, olio  q.b.

Preparazione

  • Per preparare la pastella occorre mettere in una ciotola la farina, il sale, il pepe, una grattatina di noce moscata, 3 cucchiai d'olio di oliva e un tuorlo d'uovo.
  • Diluire il tutto mettendo acqua e vino in uguali proporzioni fino ad ottenere un composto abbastanza liquido.
  • Lasciare riposare per mezz'ora e, al momento di utilizzarla, aggiungere l'albume montato a neve
  • Pulire i fiori di zucca eliminando il gambo, le foglioline esterne verdi e il pistillo centrale.Fare attenzione a mantenere il fiore chiuso.
  • Lavarli e lasciarli asciugare

 

Cottura

  • Mettere in una larga padella abbondante olio per friggere e farlo scaldare bene.
  • Quando l'olio è giunto in temperatura, passare i fiori di zucca nella pastella, scolarli per elimarne l'eccesso e friggerli.
  • Servire i fiori di zucca fritti ben caldi e croccanti.

 

Curiosità

I fiori di zucca devono essere sodi e freschissimi.

I fiori di zucca che si utilizzano non sono quelli che si trovano comunemente attaccati agli zucchini. Le zucchine hanno due tipi di fiori: quelli femminili con gambo corto che diventano zucchini e quelli maschili con gambo molto più sottile e lungo che non diventano mai zucchini. Questi ultimi vengono normalmente raccolti per essere utilizzati in cucina.

La ricetta del Formaggio Primo Sale (o primosale) con vinaigrette alle erbe aromatiche è una grande idea per un contorno od un antipasto leggerissimo ma pieno di sapore e di profumi, l'ideale per l'estate!

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 Formaggio Primo Sale gr. 250 
 Olio Extravergine Oliva  gr. 50  
 Rucola q.b.
 Rosmarino  q.b. 
 Mentuccia  poche foglie
 Dragoncello q.b.
 Prezzemolo  q.b. 
 Limone  n. 1/4

Preparazione

  • Lavare ed asciugare le erbe aromatiche avendo cura di eliminare le parti appassite o macchiate.
  • Tritare le erbe aromatiche in modo medio.
  • Mettere le erbe aromatiche tritate in una ciotolina con l'olio extravergine di oliva ed il succo di uno spicchio di limone.
  • Mescolare dolcemente e, se volete aggiungere un pizzico di sale e pepe, lasciare macerare per un'ora. 
  • Porzionare il formaggio primo sale nei piatti e ricoprite con la vinagrette di erbe aromatiche.
  • Servite il formaggio Primo Sale con vinaigrette alle erbe aromatiche come antipasto o come contorno a piatti dal gusto spiccato.

 Note:

  • Potete scegliere fra vari tipi di formaggi primo sale, o anche  i formaggi freschi magri, o se preferite anche i caprini di latte vaccino.
  • Il mix delle erbe aromatiche è libero, occorre prestare attenzione alle quantità ed al potenziale aromatico di ciascuna erba: io ho messo poche foglie di mentuccia perchè altirmenti coprirebbe le altre, e per questo non ho messo la salvia ed il timo.
  • E' fondamentale l'olio: qui è il caso di usare un olio extravergine di oliva di buona qualità. Viste le erbe aromatiche io consiglio un ligure od un olio del lago di garda D.O.P..
Martedì, 23 Luglio 2013 14:01

Guazzetto di vongole

Scritto da
Vota questo articolo
(24 Voti)

Il Guazzetto di Vongole, detto anche Vongole alla Marinara, è l'antipasto caldo che non manca quasi mai in una cena di pesce. Per prepararlo è sufficiente avere a disposizione delle buone vongole. Praticamente non serve altro. Il sapore del pesce, con una cottura molto semplice e naturale, viene esaltato. Se poi decidiamo di non aggiungere vino, piace anche ai bimbi. Dedico quindi questa ricetta al mio nipotino, ricordando quando diceva: Mi piacciono le "gongole"...

 

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 vongole lupino  kg. 1
 aglio  1 spicchio
 prezzemolo 1 ciuffo
 vino bianco 1 bicchiere
 limone 1/2
 pane toscano 12 fette
 pepe, olio evo q.b.

 Preparazione 

  • Lavare bene, più volte, le vongole sotto l'acqua corrente.
  • Metterle in una larga ciotola coperte con abbondante acqua fredda con l'aggiunta di una manciata di sale grosso. Il sale aiuta le vongole ad espellere eventuale sabbia contenuta all'interno.
  • Lasciarle in ammollo per 3-4 ore.
  • Tritare una parte del prezzemolo con lo spicchio d'aglio.
  • Preparare un secondo trito di solo prezzemolo.

 

Cottura

  • Trascorse almeno 3 ore dall'ammollo, lavare nuovamente, più volte, le vongole sotto l'acqua corrente.
  • Ungere una larga padella con olio e posizionarla sul fuoco.
  • Aggiungere il trito di aglio e prezzemolo.
  • Appena prende colore aggiungere le vongole, abbassare leggermente la fiamma e mescolare con un cucchiaio di legno.
  • Le vongole inizieranno piano piano ad aprirsi.
  • Bagnare con vino bianco, aggiungere un pò d'acqua (per avere un guazzetto di vongole più consistente nel quale ammorbidire il pane) e il succo del limone.
  • Coprire e lasciare cuocere per dieci minuti circa, mescolando di tanto in tanto.
  • A cottura ultimata aggiungere una macinata di pepe e il trito di solo prezzemolo.
  • Abbrustolire il pane e servire portando in tavola il guazzetto di vongole direttamente la padella con le fette di pane adagiate a fianco delle vongole alla marinara.
Martedì, 10 Settembre 2013 16:51

Insalata caprese

Scritto da Roberta Bevoni

L'insalata caprese è forse la prima ricetta che ci viene in mente di preparare d'estate. Ottima come secondo piatto, ma anche come antipasto. E' una ricetta facile e davvero veloce: per questo è la soluzione più rapida quando proprio non sappiamo cosa cucinare. Ed è alla portata di tutti: chi non ha in casa mozzarella e pomodoro? Io utilizzo, come al solito, pomodori vesuviani. Indispensabile è l'utilizzo del basilico fresco.

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pomodori vesuviani gr. 400
 mozzarella di bufala gr. 300
 basilico 1 mazzetto
 origano q.b.
 sale, pepe, olio evo q.b.

Preparazione

  • Lavare i pomodori e tagliarli a rondelle.
  • Scolare la mozzarella dal liquido di conservazione e tagliarla a fettine dello stesso spessore del pomodoro.
  • Lavare il mazzetto di basilico e staccarne le foglie.
  • Mettere in un piatto di portata le fette di pomodoro, alternandole con quelle di mozzarella.
  • Aggiungete una foglia di basilico su ogni fetta di mozzarella.
  • Salate, spolverizzate condell'origano e condite con olio extravergine di oliva.
  • Se vi piace che sia un pò fredda (soprattutto quando fa particolarmente caldo) lasciare riposare una mezz'ora in frigorifero prima di servire.
Giovedì, 27 Marzo 2014 00:00

Insalata con funghi, sedano e grana padano

Scritto da

Insalata con funghi, sedano e grana padano: un contorno fresco e appetitoso. Il sapore dei funghi champignon è perfetto con quello del sedano e del grana padano. Essenziale è usare delle verdure freschissime. Gli champignon sono funghi coltivati che posono essere impiegati in moltissime preparazioni: in questo caso vengono utilizzati crudi, per questo è necessario verificare che siano freschi, con il gambo intatto e la polpa bianchissima. Oltre che come contorno, può essere servita come antipasto

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 fiìunghi champignon gr. 400
 sedano bianco 1 costa
 grana padano gr. 50
 sale, pepe, olio evo q.b.

Preparazione

  • Pulire i funghi e lavarli sotto l'acqua corrente.
  • Pulire il sedano eliminando i filamenti esterni. Lavarlo.
  • Tagliare il grana padano a scaglie utilizzando un pelapatate.
  • Tagliare i funghi a fettine sottili.
  • Tagliare il sedano a pezzetti.
  • Comporre l'insalata di funghi, sedano e grana padano sul piatto da portata mettendo un primo strato di funghi, uno strato successivo di sedano e completare con le scaglie di grana padano.
  • Condire con sale, pepe e olio evo a piacere.
Mercoledì, 21 Maggio 2014 00:00

Insalata tirolese

Scritto da

La ricetta dell'insalata tirolese è una idea gustosissima per un piatto freddo ottimo come contorno e come piatto unico nei mesi caldi. E' un piatto ricco dell'aroma dello Speck e del profumo della rucola, che offre una ricca varietà di consistenze con le uova, i ravanelli, la lattuga romana croccante, le olive ed il pan carrè dorato. Una ricetta facile ma completa e di sicuro successo!

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 Speck Alto Adige IGP gr. 80 
 Cuori di Lattuga Romana n. 2
 Uova n. 2
 Ravanelli (mazzetto)  n. 1 
 Rucola   gr. 20
 Olive nere denocciolate  gr. 40
 Fette di pan carrè n. 3 
 Grana Padano (scaglie) gr. 50
 Aceto di mele q.b. 
 Olio extravergine di oliva q.b.
 Aglio (spicchio) n.1
 Sale q.b.
 Pepe nero q.b. 

Preparazione

  • Rassodare le uova in acqua fredda, calcolare 10 minuti dal momento dell'ebollizione.
  • Lavare i cuori di lattuga romana.
  • Rimuovere la crosta dalle fette di pan carrè.
  • Tagliare a dadini il pan carrè.
  • Dorare il pan carrè in una padella con poco olio, rigirare spesso, ed al termine, quando saranno ben dorati, scolarli ed asciugarli con carta assorbente.
  • Lavare i ravanelli e tagliateli a dischi sottili.
  • Spezzettare la lattuga e trasferire il tutto nella ciotola o nel  piatto di portata.
  • Aggiungere le uova sode tagliate a spicchi.
  • Guarnire con le fette di speck arrotolate (se sono troppo lunghe dividerle in due).
  • Unire le olive e i ravanelli.
  • Aggiungere i dadini di pan carrè dorati e le foglie di rucola.
  • Stofinare con l'aglio l'interno di una ciotolina, quindi versare 4 cucchiai di olio, 2 cucchiai di aceto di mele e regolate con sale e pepe.
  • Mescolate bene e versare il condimento sull'insalata tirolese ed amalgamare.
  • Servire l'insalata tirolese nei piatti ed aggiungere il grana padano in scaglie.

 

 

Vota questo articolo
(3 Voti)
Piadina romagnola con mascarpone e nutella: la ricetta che trasforma la piadina romagnola in un dolce speciale. Sì, perchè la piadina romagnola è buona anche servita con ingredienti dolci: ne…

Informazioni aggiuntive

  • Livello difficoltà Facile
  • Dosi per 2
  • Tempo prep. 5 minuti
  • Tempo cottura 10 minuti
  • Tempo totale 15 minuti
  • Costo € 6-7
Vota questo articolo
(5 Voti)

Piadina romagnola con prosciutto cotto formaggio e zucchine: un antipasto tutto romagnolo. La piadina romagnola è presente nelle tavole della Romagna un pò a tutte le ore: accompagnata da salumi e formaggi, è un sostitutivo del pranzo, un'ottima merenda, uno spuntino, un ricco antipasto. Se realizziamo una piadina morbida e sottile (tipica è quella di Riccione) possiamo imbottirla con salumi, formaggi e verdure a piacere e servirla arrotolata come un rotolo.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 piadina sottile (tipo  Riccione)  n. 2
 prosciutto cotto gr. 150
 mozzarella  n. 1
 zucchine chiare  n. 2- 3
 sale  q.b.

Preparazione

  • Spuntare e lavare le zucchine.
  • Tagliarle a fettine sottili.
  • Salare le zucchine e lascire riposare 15 minuti circa.
  • Tagliare la mozzarella a fettine.
  • Asciugare le zucchine (avranno emesso un pò delliquido di vegetazione) e grigliarle sulla griglia elettrica.

Cottura

  • Mettere a scaldare il testo per scaldare la piadina. NB: se non si dispone del testo si può utilizzare una padella antiaderente.
  • Scaldare una piadina da entrambi i lati. Toglierla dal fuoco
  • Coprire la piadina con uno strato di zucchine grigliate lasciando libero un bordo di circa 2 cm.
  • Coprire con il prosciutto cotto.
  • Aggiungere la mozzarella a fette.
  • Arrotolare la piadina su se stessa, partendo dal bordo laciato scoperto, formando un rotolo.
  • Appiattire il rotolo con una spatola e scaldare nuovamente.
  • preparare allo stesso modo anche la seconda piadina.
  • Servire il rotolo di piadina diviso in due parti.
Vota questo articolo
(1 Vota)

Piadina romagnola con prosciutto crudo, formaggio e fugnhi: una piadina ricca e piena di gusto. Servita arrotolata è un ottimo antipasto o uno spuntino goloso, ma può sostituire un pranzo. Oggi proponiamo una farcitura con champignon e prosciutto crudo: ingredienti reperibili in ogni stagione i cui sapori si abbinano molto bene.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 piadina sottile (tipo Riccione)  n. 2
 prosciutto crudo gr. 150
 mozzarella  n. 1
 funghi champignon  n. 3 - 4

Preparazione

  • Pulire i  funghi. Lavarli velocemente sotto l'acqua corrente.
  • Tagliare i funghi a fettine sottili.
  • Tagliare la mozzarella a fettine.

Cottura

  • Mettere a scaldare il testo per scaldare la piadina. NB: se non si dispone del testo si può utilizzare una padella antiaderente.
  • Scaldare una piadina da entrambi i lati.
  • Togliere la piadina dal fuoco.
  • Coprire la piadina con uno strato di funghi champignon tagliati..
  • Coprire con il prosciutto crudo.
  • Aggiungere la mozzarella a fette.
  • Arrotolare la piadina su se stessa, partendo dal bordo laciato scoperto, formando un rotolo.
  • Appiattire il rotolo con una spatola e scaldare nuovamente.
  • Preparare così anche la seconda piadina.
  • Servire il rotolo di piadina diviso in due parti.
Giovedì, 19 Settembre 2013 22:38

Strudel salato con peperoni e salsiccia

Scritto da
Vota questo articolo
(5 Voti)

Strudel salato con peperoni e salsiccia. Un antipasto gustoso, ideale per chi ama i sapori decisi. L'aggiunta di ricotta "ammorbidisce" una preparazione che altrimenti sarebbe pensata per i palati forti. Una ricetta facile e saporita! 

  

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pasta sfoglia rettangolare  n. 1
 peperone rosso n. 1
 salsiccia gr. 100
 ricotta gr. 100
 parmigiano reggiano gr. 50

Preparazione

  • Pulire e lavare il peperone.
  • Tagliarlo a falde sottili.
  • Scaldare un filo d'olio in una padella e adagiarvi le falde di peperone. Coprire con acqua e lasciare appassire 10 minuti circa. NB: non salare la preparazione per evitare che, una volta aggiunta la salsiccia (che è molto saporita), non risulti troppo salata.
  • In una seconda padella mettere a rosolare la salsiccia dopo averla spellata e sgranata con una forchetta.
  • La salsiccia deve liberare tutto il grasso, colorarsi, ma non seccarsi troppo. Sono sufficienti pochi minuti di cottura.
  • Trasferire la salsiccia in una ciotola sopra un foglio di carta assorbente per consentirle di eliminare l'unto in eccesso ancora presente.
  • Una volta fredda, lavorare la salsiccia con la ricotta. Aggiungere il parmigiano grattugiato ed amalgamare bene.

 

Cottura

  • Accendere il forno a 180°.
  • Srotolare la pasta sfoglia sul tagliere e con una rotella (o con un coltello) dividerla in due rettangoli.
  • Adagiare, su ciascun rettangolo, uno strato del composto di salsiccia e ricotta.
  • Coprire con le falde di peperone disposte nel senso della lunghezza lasciando un margine di 1/2 cm. da una parte.
  • Arrotolare la pasta sfoglia nel senso della lunghezza come se fosse uno strudel. Formare 2 rotoli.
  • Sigillare l'apertura ed i bordi e trasferire i due rotoli su una leccarda ricoperta di carta forno. Fare in modo che l'apertura resti nella parte bassa (deve cioè poggiare sulla carta forno) per evitare che gonfiando lo strudel possa aprirsi.
  • Punzecchire con una fochetta e spennellare la superficie con un pò di latte (o in alternativa con un pò di uovo sbattuto).
  • Infornare e lasciare cuocere per 20 minuti circa.
  • Servire lo strudel salato con pepreoni e salsiccia tagliato a rondelle.

Consigli e suggerimenti

Se utilizziamo un rotolo di sfoglia rotondo, possiamo ritagliare i rettangoli eliminando i bordi . Dai ritagli così ottenuti possono essere formati dei quadrati di cm. 2 x 2 con i quali formare dei dolcetti. A questo proposito suggeriamo di consultare la ricetta dei Tortellini dolci alla nutella.

Giovedì, 12 Settembre 2013 00:00

Strudel salato con prosciutto cotto e zucchine

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Lo strudel salato è un'ottima soluzione per preparare degli antipasti facili, facili che grazie all'utilizzo della pasta sfoglia garantiscono sempre un ottimo risultato. Può essere preparato con i ripieni più disparati: oggi cuciniamo lo Strudel salato con prosciutto cotto e zucchine. L'unica difficoltà è quella di grigliare le zucchine: basta questo per capire che prepararlo è davvero semplice....

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pasta sfoglia rettangolare  n. 1
 prosciutto cotto gr. 100
 zucchine n. 2
 mozzarella a fette gr. 120
 menta 3-4 foglie
 timo 1 rametto
 latte q.b.
 sale q.b.

Preparazione

  • Lavare e spuntare le zucchine. Tagliarle a fettine sottili nel senso della lunghezza.
  • Adagiarle su un piatto in un solo strato e salarle.
  • Lasciare riposare 5 minuti.
  • Lavare e tritare la menta ed il timo.
  • Mettere sul fuoco una griglia.
  • Quando è calda, grigliare le zucchine per qulache minuto girandole un paio di volte.
  • A cottura ultimata cospargerle con il trito di menta e timo e lasciarle raffreddare.

 

Cottura

  • Accendere il forno a 180°.
  • Srotolare la pasta sfoglia sul tagliere e con una rotella (o con un coltello) dividla in due rettangoli.
  • Adagiare, su ciascun rettangolo, uno strato di zucchine disponendo le fettine nel senso del lato più lungo, sovrapponendole leggermente e lasciando un margine di 1/2 da una parte.
  • Coprire le zucchine con uno strato di prosciutto cotto.
  • Formare quindi uno strato con il formaggio a fette. NB: Noi abbiamo utilizzato la mozzarella a fette, ma puà andare bene anche formaggio tipo hemmental o fontina.
  • Arrotolare la pasta sfoglia nel senso della lunghezza come se fosse uno strudel. Formare due rotoli.
  • Sigillare l'apertura ed i bordi e trasferire i due rotoli su una leccarda ricoperta di carta forno. Fare in modo che l'apertura resti nella parte bassa (deve cioè poggiare sulla carta forno) per evitare che gonfiando lo strudel possa aprirsi.
  • Punzecchire con una fochetta e spennellare la superficie con un pò di latte (o in alternativa con un pò di uovo sbattuto).
  • Infornare e lasciare cuocere per 20 minuti circa.
  • Servire lo strudel salato  con prosciutto cotto e zucchine tagliato a rondelle.

Consigli e suggerimenti

Se utilizziamo un rotolo di sfoglia rotondo, possiamo ritagliare i rettangoli eliminando i bordi . Dai ritagli così ottenuti possono essere formati dei quadrati di cm. 2 x 2 con i quali formare dei dolcetti. A questo proposito suggeriamo di consultare la ricetta dei Tortellini dolci alla nutella.

Venerdì, 05 Dicembre 2014 00:00

Tagliolini salmone, piselli e philadelphia

Scritto da

La ricetta della pasta con salmone piselli e philadelphia è una ricetta con la pasta fresca buonissima e leggera, adatta per chi ama il salmone e il philadelphia e cerca un piatto più originale nella sua semplicità. Questa è una ricetta semplice, non rapidissima ma che risulta gustosissima e preparabile in ogni stagione.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 Farina gr. 180
 Uova n. 2
 cipolla 1/2
 salmone gr. 100
 piselli gr. 150
 philadelphia gr. 200
 olio, sale, pepe q.b.

 

Preparazione della sfoglia

 

  •  Mettere la farina sulla spianatoia, fare la fontana al centro e rompere nel buco le 2 uova. Aggiungere un pizzico di sale.
  • Impastare gli ingredienti, amalgamando uova e farina, fino a formare un panetto omogeneo ed elastico.
  • Coprire con un telo e lasciar riposare mentre si prepara il condimento.

 

Preparazione del condimento

 

  • Lavare e tritare fine la cipolla.
  • Mettere sul fuoco un tegame piuttosto largo con un filo d'olio.
  • Aggungere il trito di cipolla e fare appassire a fuoco dolce.
  • Unire i piselli. salare e pepare e lasciarli cuocere a fuoca basso per 15 minuti circa.
  • Aggiungere il salmone tritato e rosolare per un paio di minuti.
  • Incorporare il formaggio philadelphia, amalgamare e spegnere. 

 

Composizione e cottura

 

  • Riprendere il panetto di impasto e tirare, con il mattarello, la sfoglia.
  • Fare asciugare la sfoglia per qualche minuto.
  • Arrotolare la sfoglia partendo dai due estremi, fino a riunirla al centro.
  • Tagliarla in strisce sottili.
  • Mettere sul fuoco una casseruola con molta acqua.
  • Quando l'acqua bolle, gettare i tagliolini
  • Far bollire la pasta fresca un paio di minuti dalla ripresa del bollore.
  • Scolare, trasferire in un vassoio e aggiungere il condimento. La nostra pasta con salmone, piselli e philadelphia è pronta!

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Il Tiramisù è forse il dolce al cucchiaio più conosciuto. Ne esistono svariate versioni con l'utilizzo dei più disparati ingredienti. Proponiamo ora la ricetta tradizionale, che secondo la storia gastronomica…

Informazioni aggiuntive

  • Livello difficoltà Facile
  • Dosi per 4
  • Tempo prep. 20 minuti
  • Tempo cottura 0 minuti
  • Tempo totale 20 minuti
  • Costo € 6-7
Martedì, 01 Aprile 2014 00:00

Tramezzini con tonno, uova e pomodorini

Scritto da

Tramezzini con tonno, uova e pomodorini: un finger food gustosissimo! Gli ingredienti che utilizziamo hanno tutti un sapore deciso e conferiscono a questo piatto gusto e personalità. Sono i classici tramezzini che troviamo sempre ai pic nic o ai compleanni e che gustiamo con grande piacere. Gli ingredienti sono sempre reperibili: chi di noi non ha in dispensa capperi e tonno in scatola e delle uova nel frigo? L'aggiunta di pomodorini dona freschezza a questa preparazione.

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pane per tramezzini  gr. 250
 uova n. 2
 tonno sott'olio gr. 200
 pomodorini  n. 8-10
 cipollinesott'aceto 2 cucchiai
 capperi sotto sale 2 cucchiai
 maionese q.b.
 sale, pepe, olio evo q.b.

 Preparazione

  • Mettere le uova in un pentolino coperte d'acqua e farle rassodare.
  • Cuocerle, a fuoco basso, per 8-10 minuti da quando l'acqua inizia a bollire.
  • Pulire e lavare i pomodorini e tagliarli a pezzettini.
  • Sciacquare le cipolline e tagliare a pezzi anche queste. NB: fare pezzetti della stessa misura di pomodorini.
  • Sciacquare bene i capperi per eliminare il sale. Tritarli.
  • Sgusciare le uova e targliare a pezzi anche queste.
  • Scolare il tonno dall'olio. Lavorarlo con una forchetta. Mescolarlo ai capperi ed amalgamarlo con della maionese.
  • Dovremo ottenere una crema piuttosto fluida.
  • In una seconda ciotola mettere i pomodori taglaiti, le cipolline e le uova a pezzetti. Condire con poco sale, pepe e olio e mescolare.
  • Stendere uno strato uniforme di crema di tonno su una fetta di pane.
  • Coprirla con un pò del composto di uova, pomodorini e cipolline.
  • Chiudere con una seconda fetta di pane.
  • Proseguire fino ad esaurimento degli ingredienti.
  • Tagliare ciascuna fetta di pane prima in quadrati della misura di 10cm x 10 e poi ritagliarli diagonalmente a triangolo. Otteniamo cosi i Tramezzini con tonno, uova e pomodorini. Per preparare dei tramezzini misti, possimo completare questa ricetta con i Tramezzini con robiola e prosciutto cotto.

Tramezzini prosciutto cotto robiola funghi e rucola: un'idea per un finger food o una merenda. Prepararli non richiede nessuna abilità, basta avere a disposizione il pane per tramezzini che è morbido e già privo di crosta; se però siamo sprovvisti di questo pane in dispensa, va benissimo anche quello da toast privato della crosta. Questa ricetta prevede l'utilizzo di robiola e prosciutto cotto. Otteniamo dei tramezzini molto delicati. A piacere possiamo aggiungere la verdura che preferiamo: noi oggi li prepariamo con funghi champignon e rucola

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 pane per tramezzini  gr. 250
 robiola gr. 200
 prosciutto cotto gr. 200
 champignon gr. 150
 rucola 1 mazzetto
 sale, pepe, olio evo q.b.

Preparazione

  • Pulire e lavare gli champignon. Tagliarli a fettine sottili.
  • Pulire, lavare e tritare la rucola.
  • In una ciotola mescolare funghi e rucola conditi con sale, pepe e un pò d'olio.
  • Stendere uno strato uniforme di robiola su una fetta di pane.
  • Coprirla con uno strato di prosciutto cotto.
  • Completare con la verdura.
  • Chiudere con una seconda fetta di pane.
  • Proseguire fino ad esaurimento degli ingredienti.
  • Tagliare ciascuna fetta di pane prima in quadrati della misura di 10cm x 10 e poi ritagliarli diagonalmente a triangolo. Ecco così ottenuti i Tramezzini prosciutto cotto robiola funghi e rucola.
  • A questi possiamo aggiungere anche dei Tramezzini con tonno, uova e pomodorini.
Lunedì, 23 Novembre 2015 13:48

Vellutata di zucca con porri

Scritto da

Tempo di Halloween!!! Zucca di tutte le dimensioni e di tutte le varietà. In questa stagione una bella vellutata ci sta benissimo. Oggi ho comprato una zucca bellissima dalla mia ortolana (l'Anna) perfetta per una bella vellutata di zucca con i porri. Come ricetta base è questa, ma può essere arricchita con crostini, formaggio, striscioline di pancetta rosolata... Considerato che ho del pecorino buonissimo, lo aggiungerò, ridotto in piccoli pezzetti 

 

 
Cosa serve
Ingrediente Quantità
 zucca n. 1 
 porri n. 2 
 brodo q.b.
 prezzemolo 1 ciuffo 
 pecorino 4 fette
 sale, olio evo q.b 
   
   
   
   

Preparazione

  • Eliminare la radice e la parte verde dai porri.
  • Lavarli e tagliarli a rondelline.
  • Tagliare a fette la zucca, sbucciarla e ridurla a a dadini.
  • Lavare il prezzemolo e tritarlo con la mezzaluna.
  • Ridurre a dadini il formaggio.

 

Cottura

  • Mettere sul fuoco una casseruola con un pò d'olio.
  • Far soffriggere le rondelle di porro.
  • Aggiungere i dadini di zucca.
  • Coprire con il brodo (in alternativa possiamo usare del dado e dell'acqua calda.
  • Fare cuocere per 20 minuti circa aggiungendo del brodo se si asciuga troppo.
  • Spegnere il fuoco.
  • Utilizzare il mixer a immersione per tritare la zucca.
  • Rimettere sul fuoco per scaldarla.
  • Servire la vellutata nei piatti.
  • Aggiungere il pepe, il prezzemolo e i dadini di formaggio.
  • La vellutata di zucca con i porri è pronta!